Pasta con le sarde \ di Antonio Colombo

Pubblicato in Ricette ›› Ricette degli chef il: 11 aprile 2017

Nel mio post sui nuovi formati di pasta i produttori che ho intervistato mi hanno indicato alcuni ristoranti dove è possibile assaggiarli.

Antonio Colombo, chef del temporary fish restaurant Votavota utilizza il Valentino, il nuovo spaghettone Monograno Felicetti, per la sua interpretazione della Pasta con le Sarde, molto profumata e semplice da replicare a casa.

Se passi da Scicli puoi anche assaggiarla nella “baracca” bianca di legno sulla spiaggia di Sampieri, dove dal 1 aprile a 31 ottobre prende vita il ristorante temporaneo Votavota dal look total white (solo i piatti sono azzurri), la freschezza del pescato e i dolci al piatto di Antonio. Il resto è sabbia e mare.

“Pasta con le sarde” di Antonio Colombo, chef del temporary fish restaurant Votavota | © Sandra Longinotti

Pasta con le sarde

per 4 persone

400 g di spaghettoni “il Valentino”

8 filetti di alici sott’olio

4 sarde fresche sfilettate

100 g di pane secco grattugiato

2 cucchiai di pinoli

2 cucchiai di uvetta

1 spicchio d’aglio novello, 1 rametto di rosmarino, 1 rametto di timo, 2 foglie di salvia

40 g di burro

per il pesto di finocchietto

300 g di foglie di finocchietto selvatico fresco

50 g mandorle sgusciate e spellate

1 cipollotto fresco

olio evo, sale

  1. Fai rinvenire l’uvetta in acqua tiepida. Prepara il pesto di finocchietto: pesta nel mortaio le mandorle e la parte bianca del cipollotto, quindi continuando a pestare aggiungi pian piano il finocchietto, mezzo cucchiaino da caffè di sale e olio evo sufficiente a ottenere la consistenza del classico pesto al basilico.
  2. Cuoci la pasta in abbondante acqua bollente salata. Nel frattempo scalda poco olio in una padella e rosolaci l’aglio in camicia e gli aromi. Prima che prendano colore eliminali e tosta nell’olio il pane e i pinoli. Spegni e metti da parte.
  3. Sciogli nel burro le alici sgocciolate, quindi aggiungi gli spaghettoni scolati al dente e saltali velocemente a fiamma viva con metà del pesto e qualche cucchiaio della loro acqua di cottura. Rosola i filetti di sarde in poco olio.
  4. Dividi la pasta nei piatti, distribuisci sopra il pesto rimasto, i filetti di sarde e l’uvetta sgocciolata e asciugata con carta da cucina, cospargi col pane e pinoli tostati e guarnisci con qualche fogliolina di finocchietto fresco.

©Foto mia

per chi vuole approfondire:

temporary fish restaurant Votavota

Continua a leggere

Tag

Lascia un commento