Cena in terrazza con strapiombo

Pubblicato in Ristoranti e Locali il: 6 novembre 2009

L’Hostaria Terrazza Aldobrandeschi ha chiuso, lascio questo post perché è rappresentativo della cucina di Silvana Onor, attualmente chef del ristorante

La Penna D’Oca in Via dell’Oca 53 a Roma (a due passi da Piazza del Popolo) tel 06 3202898, se cercate ingredienti e sapori genuini andate a trovarla!

—–

Non si trova facilmente, anzi bisogna proprio cercarlo. E’ un piccolo ristorante in uno dei paesini più affascinanti della zona. E’ vero, a pochi chilometri ci sono Pitigliano e Sovana di una bellezza più facile, ma Sorano ha il magnetismo del fascino un po’ cupo e decadente. E’ arroccato sul tufo come gli altri due paesi, ma qui la natura sembra più selvaggia, c’è meno luce.

In questo contesto verdissimo si trova l’Hostaria Terrazza Aldobrandeschi, che ha una terrazza a strapiombo sullo stretto fondovalle. Se siete in due e vi volete bene prenotate il tavolino numero 2: è nell’angolo a sinistra, resta un po’ nascosto ed è molto intimo. Vi troverete seduti a picco sul dirupo, di fronte solo bosco  (ma in cima nascosta nel verde c’è la necropoli di San Rocco), in fondo lo scrosciare del fiume Lente e in alto a destra l’imponente Masso Leopoldino.

Hostaria Terrazza Aldobrandeschi a Sorano (GR)

Mentre vi gustate il panorama Silvana Onor, chef per passione che fino a una decina d’anni fa faceva tutt’altro (era addetto stampa e organizzatrice teatrale) sta già scaldandovi il pane, buonissimo, che fa lei tutti i giorni. Ve lo porta in tavola suo marito  Riccardo, che con grande gentilezza arriva per spiegarvi il menù, e se avete dei dubbi per consigliare i vini.

L’abilità  di Silvana è giocare coi sapori tradizionali partendo dai prodotti del territorio che elabora con creatività, presentandoli in modo semplice e curato. Il suo ristorante fa parte dell’Alleanza tra Cuochi e Presìdi Slow Food e al momento trovate in carta  la Bottarga di Orbetello, lo Sfratto dei goym, l’Antica lenticchia di Onano (ma questa va per l’anno prossimo perché il produttore le ha detto che non è nata) e la carne biologica di Razza Maremmana, una vacca che vive allo stato brado, mentre da bere c’è il Chinotto Lurisia fatto col Presidio del Chinotto di Savona.

In questo periodo certo non potete godervi la terrazza, ma anche l’interno del locale è accogliente.  Sono ridotti solo i giorni di apertura, che nel periodo invernale vanno dal giovedì sera alla domenica (la sera solo su prenotazione). Ma se siete almeno in 4 e telefonate il giorno prima il locale apre apposta per voi e troverete l’intero menù a disposizione!

Durante l’anno ci sono anche delle cene a tema. Sabato 21 e sabato 28 Novembre c’è “Olio nuovo e Tartufi”, a febbraio 2010 verrà organizzato un menù di Cinta senese e vini di Bolgheri, mentre verso  aprile 2010 ci sarà una cena inusuale dove il sigaro toscano si sposta in cucina per affumicare o marinare la carne, e aromatizzare il cioccolato da utilizzare per i dolci. Ma non solo: alla fine della cena ci sarà una degustazione di distillati accompagnati da sigari toscani fatti a mano da una sigaraia. Ovviamente in terrazza, è per questo che la data non è ancora certa, dipende dal tempo.

All’Hostaria ci sono stata quest’estate ma per scrivere questo post ho richiamato Silvana 3 volte (e non mi ha mai mandata a quel paese…), l’ultima domanda che le ho fatto è quale fosse il suo sogno nel cassetto. “Prima era di finire nella guida di Slow Food. Adesso che il mio ristorante è nelle Osterie d’Italia da 2 anni vorrei arrivare a ottenere la chiocciola, che per me equivale a una stella Michelin!”

Per me ce la fa…

la cantina dell'Hostaria Terrazza Aldobrandeschi, scavata nel tufo

Continua a leggere

Tag

One Trackback

  1. [...] Dell’Hostaria Aldobrandeschi vi ho già parlato, e proprio per questo se fossi in Maremma, con la scusa di San Valentino coglierei al volo la loro proposta: una cenetta di quattro portate à la carte (vino incluso), una notte al B&B “La Casa dei Carrai di Pitigliano” + l’ingresso alla piscina Termale delle Terme di Sorano. [...]

Lascia un commento