Hai già assaggiato i fiori di crisantemo?

Naturalmente deve essere un crisantemo cresciuto senza pesticidi, anzi la cosa bella è che puoi coltivarlo proprio tu sul balcone. 

Questa è una ricetta del mio libro “Home Kitchen Garden” edito da Nomos Edizioni (e pubblicato anche in Austria da Verlag Anton Pustet col titolo “Kräuterfrisches Kulinarium”), le foto – bellissime, non mi stancherò mai di ripeterlo – sono di Marino Visigalli, il food styling è mio.

Fiore di Crisantemo a margherita fucsia | ©foto Marino Visigalli

In Home Kitchen Garden oltre alle ricette trovi tante idee su come utilizzare fiori e foglie eduli per rendere più piacevole la tavola e le indicazioni per coltivare in vaso le 14 piante che ho scelto  fra orticole, spontanee e ornamentali con cicli di vita diversi per avere un balcone fiorito in tutte le stagioni. Il crisantemoDendranthema indicum – è una pianta rustica, vive bene in vaso e d’inverno si lascia fuori perché resiste alle basse temperature, basterà potarla dopo la fioritura e riprendere ad annaffiarla in primavera. Sul mio libro trovi tutte le info per coltivarla, partendo dalla semina se vuoi, per tanti lunghi anni: il crisantemo è una pianta perenne e fiorirà ogni autunno.

I fiori di crisantemo avvolti delicatamente nei tovaglioli di carta e spago da pacco diventano segnaposto per una tavola all'aperto - un'idea di mise en place dal mio libro "Home Kitchen Garden" foto Marino Visigalli, Nomos Edizioni

 

E in tavola? Una piccola idea estrapolata da Home Kitchen Garden: il crisantemo è fra i fiori più coltivati al mondo, puoi scegliere fra decine di migliaia di varietà in quasi tutti i colori con diverse nuance, a parte nero, marrone e blu scuro, questo significa che puoi trovare la tinta che si abbina meglio alla tua tavola. Nella foto ho utilizzato fiori di crisantemo di colori diversi come segnaposto, basta appoggiare un rametto fiorito al centro di un tovagliolo (io li ho usati di carta a righe e pois, ma puoi scegliere qualsiasi fantasia e tessuto), piegarlo a triangolo e fermarlo con uno spago avvolgendolo semplicemente intorno ai tovaglioli senza stringerli in modo che resti un’impressione di morbidezza, se poi desideri aggiungere il nome dei tuoi ospiti scrivilo su un cartoncini e infilalo nella piega del tovagliolo, oppure fai un foro e passalo nello spago.

Bigné con chantilly, melagrana e petali di Crisantemo - ricetta dal mio libro "Home Kitchen Garden" foto Marino Visigalli, Nomos Ed.

Ed ecco la ricetta:

Bigné con chantilly, melagrana e petali di Crisantemo

per 4 persone

60 ml di latte

60 g di burro

75 g di farina

3 uova e 1 tuorlo

2,5 dl di panna

mezza melagrana

4 cucchiai di zucchero al velo

2 fiori di crisantemo per uso alimentare

sale

  1. Porta a ebollizione il latte con altrettanta acqua, il burro a tocchetti e una presa di sale, quindi aggiungi la farina tutta insieme e mescola fino a quando il composto si stacca dalle pareti della casseruola. Spegni il fuoco.
  2. Quando il composto è freddo incorpora tre uova una alla volta. Trasferiscilo in una tasca da pasticcere e depositalo a mucchietti su una placca da forno foderata di carta oleata. Spennella la superficie dei bigné con un tuorlo e cuocili in forno preriscaldato a 200° per circa 20 minuti. Sforna e lascia raffreddare.
  3. Estrai i chicchi dalla melagrana e schiacciane un cucchiaio in un colino per estrarne il succo. Mescola tre cucchiai di zucchero al velo con succo di melagrana sufficiente a ottenere una glassa consistente. Monta la panna con lo zucchero al velo rimasto e trasferiscila in una sacca da pasticciere con bocchetta larga spizzata.
  4. Taglia i bigné a metà, riempili di panna, versa sulle calotte la glassa e cospargila di chicchi di melagrana e petali di crisantemo.

CONSIGLI

Per montare la panna facilmente mettila 10 minuti in freezer e raffredda in frigorifero le fruste (non il motore) e il recipiente che utilizzerai.

 

Fiore di Crisantemo a margherita bianco | ©foto Marino Visigalli

Ricetta e foto tratte dal mio libro “Home Kitchen Garden”, foto Marino Visigalli – Nomos Edizioni

in vendita in libreria e online su Amazon IBS

©foto Marino Visigalli

Si ringrazia:

KnIndustrie per il tagliere/centrotavola utilizzato per la foto della ricetta: In-Taglio 1 della Collezione GLOCAL in legno di noce canaletto grezzo e gres porcellanato, coll. Bas-relief di Patricia Urquiola decoro Garland per Mutina,

Vivaio F.lli Gramaglia per i fiori eduli

Fiori di Crisantemo anemone fucsia | ©foto Marino Visigalli

Share_on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Limoncello fatto in casa

Ringrazio nuovamente mia cugina Anita per avermi dato questa ricetta. E la mia amica Laura che la primavera scorsa mi ha regalato dei limoni liguri profumatissimi. Il mio primo limoncello fatto in casa è nato così, nel migliore dei modi. L’importante è utilizzare frutti freschi non trattati, gli altri ingredienti si trovano al supermercato. Il […]

Scopri di più

senza glutine Legù

Capita a volte che un problema personale si trasformi in un’ottima idea. Come il progetto Legù, nato proprio così: la sua ideatrice e fondatrice Monica Neri ha sofferto di diabete in gravidanza, e dovendo rinunciare ad alcuni alimenti ha trovato il modo di sostituirli, anche grazie a uno studio di due Università, una di Milano […]

Scopri di più

Mortadella Pratese al Tartufo

La storia della Macelleria Mannori inizia negli anni ’50 con l’apertura della macelleria salumificio da parte del nonno, che da tempo affiancava il padre nell’allevamento e commercio di bestiame. Con il successivo ingresso dei figli l’attività si è ampliata e diversificata in macelleria e salumificio e adesso, alla quarta generazione, ci sono Sue Ellen Mannori […]

Scopri di più

x