Storie di Frutta del Mulino Bianco

L’assaggio era al Frutteto Garibaldi, un open dalle 10 alle 16 (non solo come orario, anche come location!). L’idea del legame fra i nuovi frullati del Mulino Bianco e la frutta fresca dell’ortolano era molto carina, anche se quando sono arrivata, verso mezzogiorno, l’intero ufficio stampa era mezzo congelato, ma nessuna ha osato lamentarsi (questa sì che è professionalità!)

Storie di Frutta gusto Lampone e MirtilloEd eccole qui le Storie di Frutta, dei frullati (di frutta, of course!) senza aggiunta di conservanti, aromi, additivi, acqua o zuccheri. Insomma, Mulino Bianco assicura il 100% di frutta. In più si conservano fuori dal frigo per 6 mesi e hanno un tappo a tenuta stagna che fa “star sereni” su accidentali allagamenti se si mette la bottiglietta in borsa…

E ora i gusti: Lampone e Mirtillo (a quanto pare il gusto preferito dalle donne, ammetto anche il mio), Pesca Uva e Albicocca (meno dolce, molto buono) e l’ultimo che è Mela, Banana e Pera (decisamente dolce e un po’ più pastoso, sembra sia il preferito dai bambini). Li trovate al super (hanno appena iniziato la distribuzione) nel reparto non refrigerato e potete provarli con la colazione che vi offre il Mulino Bianco itinerante.

Storie di Frutta, i nuovi smoothie del Mulino Bianco

Share_on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Killer dov’era il Plastic. Da disco a ristorante cocktail bar. A Milano.

C’era una volta il Plastic. Coda permanente e selezione inflessibile all’ingresso, punk music assordante, luci psichedeliche e sempre così pieno che spesso restava solo il pavimento per sedersi a bere qualcosa. Lo chiamavamo tutti Plastic ma il suo vero nome era Killer Plastic. Poi sette anni fa la discoteca si è trasferita, e quei locali […]

Scopri di più

Il Risotto al Pomodoro dei Costardi Bros e il cucchiaio Gio Ponti

Almeno ogni vent’anni bisognerebbe rivedere alcune regole di Bon Ton. Marchesi sdoganò la scarpetta rendendola elegante, Cedroni e Bottura  introdussero show cooking che finivano col leccarsi le dita… “chessarà” quindi mangiare il risotto col cucchiaio?  Da tempo solo un piacere. Lo sanno bene Christian e Manuel Costardi, che agli eventi ti mettono in mano un barattolo […]

Scopri di più

x