Eliche alle fave

Pubblicato in Ricette ›› +Quick+Easy ›› Ricette ›› Primi il: 6 aprile 2010

Queste eliche sono di un nuovo pastificio nato a giugno dell’anno scorso a Gragnano (anche se chi l’ha aperto non è nuovo del settore…), che si chiama Pastificio dei Campi. A me sono piaciute molto e vi consiglio di provarle, comunque potete fare la ricetta con la pasta che volete, anche lunga va benissimo!© eliche alle fave

Eliche alle fave

per 4 persone

350 g di eliche
700 g di piccoli baccelli di fave
1 spicchio d’aglio novello
4 cipollotti
1 ciuffo di prezzemolo
pecorino di media stagionatura grattugiato (facoltativo)
olio extravergine di oliva, sale marino integrale, pepe bianco

  1. Cuocete la pasta al dente. Sgusciate le fave, lasciate intere le più piccole ed eliminate la pellicola di quelle più grandi.
  2. Nel frattempo fate sudare i cipollotti tritati grossolanamente e l’aglio vestito (cioè non sbucciato) schiacciato in 3 cucchiai d’olio. Prima che prendano colore aggiungete le fave, salate e fate insaporire. Bagnate con poca acqua bollente della pasta e cuocete a fiamma media.
  3. Estraete la pasta dall’acqua con un mestolo forato e trasferitela direttamente nella casseruola dove cuociono le fave. Fate saltare il tutto bagnando con poca acqua di cottura della pasta, aromatizzate con una macinata di pepe bianco, eliminate l’aglio, cospargete di prezzemolo tagliuzzato con un paio di forbici e servite subito accompagnando a piacere con pecorino grattugiato.

———

Foto mia

Styling Ornella Rota

Si ringrazia:
Zara Home per il runner in cotone a righe
dovetusai per le ciotole in resina

Per chi vuole approfondire:

Pastificio dei Campi

Continua a leggere

Tag

Commenti

  1. 1 6 aprile 2010 at 21:15
    Permalink

    Grazie per questa bella ricetta con la nostra pasta di Gragnano! La proverò con piacere anch’io.

  2. 2 11 aprile 2010 at 15:08
    Permalink

    mi fa piacere mafaldina! :-)

  3. 3 1 aprile 2011 at 11:04
    Permalink

    da proprio l’ide adi primavera e dei suoi primi frutti…

  4. 4 8 aprile 2011 at 7:18
    Permalink

    Cara Ilaria, in questo periodo comprerei tutte le verdure che vedo!

Lascia un commento