Optical coffee

Quel rosso dei barattoli illy in abbinata all’alluminio è così indovinato che ogni volta, finito il caffè, fatico a convincermi di non poter tenere sempre ‘il vuoto’ (“è così bello, qualcosa ci metterò”…)  mi capite, vero?

E chi di voi colleziona i barattoli d’autore in limited edition? Le tazzine?

tazzina illy disegnata da Tobias Rehberger nel 2009 e nuovo barattolo d'autore illy

Allora eccovi la notizia, anzi 3: l’artista Tobias Rehberger ha dato un nuovo look a due barattoli di caffè e a una nuova collezione di 6 tazzine (in vendita da settembre), ma soprattutto ha appena presentato il suo progetto per la realizzazione della Galleria illy che per tre settimane troverà spazio prima a Berlino (dal 2 settembre nello storico department store KaDeWe), per poi spostarsi a Istanbul per altre due settimane (dal 1 ottobre alla Galleria Işık Teşvikiye, nel quartiere culturalmente più vivace della città).

Tobias Rehberger e il suo progetto per la Galleria illy

L’anno scorso, trasformando la caffetteria dei Giardini della Biennale di Venezia in opera d’arte, Tobias Rehberger ha vinto il Leone d’Oro (parole sue: “Quando mi hanno chiesto se potessi realizzare qualcosa per il bar della Biennale era il momento che stavo aspettando. Poi ho ripreso i contatti con illy e ho disegnato una tazzina in linea con lo spazio realizzato a Venezia”).

[pro-player width=’425′ height=’344′]http://www.youtube.com/watch?v=gBP-W110XvU[/pro-player]

Quello è stato il suo punto di partenza per la Galleria illy, e Tobias ce l’ha spiegato durante la conferenza stampa: “Il progetto è basato sul lavoro che ho sviluppato per la Biennale. L’estetica non è la stessa ma il concetto è quello del camouflage, la tecnica utilizzata dagli inglesi per camuffare le navi durante la Guerra Mondiale. E’ un concetto che fonde spazi e oggetti, non un camuffamento che rende irriconoscibile un oggetto ma una vera e propria fusione, quasi un’intersezione fra oggetti e spazi, e oggetti fra di loro. Quest’idea mi è venuta due anni fa e l’ho sviluppata per mettere insieme oggetti non solo da ammirare ma anche da fruire: la mia idea di arte si sta distaccando sempre più dall’oggetto artistico non funzionale e solo da osservare. Pensavo a un’opera d’arte non installata in un museo dove si va per osservarla, ma che si trova in uno spazio funzionale dove si arriva per altri motivi, come un negozio o una stazione di servizio. E  mi interessava anche il paradosso del camouflage, che nasconde ciò che non si deve vedere, con la particolarità di renderlo più interessante e di valorizzarlo coi colori.”

La Galleria si propone come un grande contenitore che racconta cos’è illy. Ci si può andare per bere un cocktail o un espresso, per imparare a degustarlo partecipando a un corso dell’Univeristà del Caffè, o per incontrare grandi chef, scrittori, scienziati e artisti contemporanei che si alterneranno in un vero e proprio salotto culturale.

Il programma si preannuncia fitto…  qualche anticipazione al KaDeWe:

–         4 settembre : Martì Guixè
–       15 settembre:  Matteo Thun
–       20 settembre: Norbert Niederkofler

…e se Berlino e Istanbul vi sembrano proprio così lontani… potete seguire l’evento su facebook!

—-

Foto mie (con esclusione del progetto della Galleria illy)

per chi vuole approfondire:

illy art collection

KaDeWe

Share_on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

x