Che splendore queste torte!

Sono pensate per “il giorno del sì” anche se onestamente escludo che la futura sposa si improvvisi pasticcera per l’occasione…  sono invece un ottimo spunto da mostrare a chi farà la torta, proprio perché le proposte sono tante e i generi diversi, ci sono le più classiche ma anche quelle fashion e divertenti.

Se poi, al di là del giorno delle nozze, amate preparare dolci d’effetto, vi consiglio questo libro anche se il sì l’avete già detto o non lo direte proprio mai. Ci pensavo mentre lo sfogliavo: ogni torta è bellissima e riproponibile singolarmente, naturalmente senza impilarla a colonna. L’altra cosa interessante è che vengono spiegate le tecniche di decorazione in modo elementare, e conoscendo l’abc ognuno può realizzare il proprio disegno.

Guardate anche le tortine monoporzione e poi, in fondo, i biscottini segnaposto: a forma di borsetta e stivale fucsia con tacco 12, sono veramente mooolto trendy.

——

Torte nuziali d'autore

“Torte nuziali d’autore” di Mich Turner, foto di Richard Jung – edito da Bibliotheca Culinaria

Share_on

2 pensieri riguardo “Torte di nozze (e x altri giorni)

  1. I biscottini son trendissimi, ma le torte all’americana tipo Elisa Strauss a me sembra che da noi non abbiano ancora sfondato, che ne pensi?

    In effetti molte sono belle e le decorazioni lasciano ampio spazio alla fantasia, ma confesso tutto quel rolled fondant un po’ mi turba… :)

  2. E’ vero, abbiamo una carenza di pomposità pasticciera, ma sai perché? Non c’è nessuno che la proponga, altrimenti sono sicura che queste torte avrebbero successo anche da noi, proprio per la loro opulenza. E lo dico io che amo il minimalismo… ma anche gli estremi, e se non si realizzano nei dolci, dove?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Il Risotto al Pomodoro dei Costardi Bros e il cucchiaio Gio Ponti

Almeno ogni vent’anni bisognerebbe rivedere alcune regole di Bon Ton. Marchesi sdoganò la scarpetta rendendola elegante, Cedroni e Bottura  introdussero show cooking che finivano col leccarsi le dita… “chessarà” quindi mangiare il risotto col cucchiaio?  Da tempo solo un piacere. Lo sanno bene Christian e Manuel Costardi, che agli eventi ti mettono in mano un barattolo […]

Scopri di più

x