A Pasqua nelle Marche è tradizione preparare queste piccole ciambelle dolci. Questa è una ricetta che ho scritto e realizzato in studio come food stylist per il mio servizio di dolci pasquali uscito su Vanity Fair nel 2007, la foto è una scansione del giornale.

Sono ciambelle che sanno di casa, che si apprezzano a fine pranzo col caffè o un liquore, ma anche a colazione con un bicchiere di latte, a merenda col tè. Ed è divertente farle insieme ai bambini, anche molto piccoli, che possono partecipare attivamente per modellarle, spennellarle d’uovo, cospargerle di pinoli… sarebbe un vero peccato prepararle solo a Pasqua!

Ciambelle dolci di Pasqua | ©foto Luca Colombo

Ciambelle di Pasqua

per 6 persone

420 g farina

100 g fecola di patate

1 bustina di lievito

220 g zucchero

100 g burro

3 uova

1 cucchiaino cannella macinata

scorza grattugiata di 1 limone

100 g pinoli

 

  1. Monta 2 uova e un albume con lo zucchero. Aggiungi la scorza di limone, il burro ammorbidito e la cannella.
  2. Setaccia la farina con la fecola e il lievito formando la classica fontana sul piano di lavoro, versa al centro il composto d’uova e lavora l’impasto fino a quando è omogeneo. Dividilo a pezzi della grandezza di un’albicocca, modella dei bastoni e chiudili ad anello.
  3. Trasferisci le ciambelline su una teglia foderata di carta oleata, spennella la superficie con il  tuorlo rimasto e cospargi di pinoli. Cuoci in forno preriscaldato a 175° per 20 minuti circa.

©foto Luca Colombo

Share_on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

x