Questa crema di topinambur è facilissima da preparare e pronta in meno di mezz’ora. Se ti piacciono puoi aggiungere in più dei dadini di pane tostato.

L’estetica non è sempre fine a se stessa. In questa monday soup la crema di topinambur fa da base alle altre due creme e i colori guidano l’assaggio, che va fatto senza mescolare: il cucchiaio accoglie i gusti sovrapposti delle dolcezze vegetali in contrasto col sapore intenso del parmigiano e della forte sapidità delle acciughe.

Crema di topinambur con mais, parmigiano e acciughe | ©foto Sandra Longinotti

Crema di topinambur

per 4 persone

750 g di topinambur
8 dl di brodo vegetale
1 barattolo da 340 g di mais bio cotto al vapore
100 g di parmigiano 36 mesi grattugiato
50 g di panna
1 vasetto da 60 g di filetti di acciughe sott’olio
sale, pepe nero, olio evo

  1. Cuoci per 15 minuti in 6 dl di brodo bollente i topinambur pelati e tagliati a pezzi.
  2. Nel frattempo frulla i chicchi di mais sgocciolati con 1 dl di brodo caldo, cuoci per qualche minuto dall’ebollizione e passa il tutto al setaccio e tieni in caldo. In un altro recipiente cuoci il parmigiano con la panna e 1 dl di brodo mescolando continuamente. Sciogli a fiamma media i filetti di acciuga sgocciolati con un cucchiaio d’olio evo.
  3. Frulla i topinambur con la loro acqua di cottura, regola di sale e pepe appena macinato e versa la crema nei piatti fondi. Distribuisci sopra la crema di mais, poi quella di parmigiano e infine delle gocce di acciughe.

per i props un grazie a:
KnIndustrie per i piatti fondi Bicolor e Assiette D’O e il cucchiaio DEM.

©Foto mie

Share_on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Gnudi al pomodoro

Questa per me è proprio una ricetta che sa di casa. Eppure l’ho riscoperta recentemente, perché da bambina la guardavo con sospetto… consideravo gli gnudi il parente povero dei ravioli di magro, svestiti della pasta, e allora lo consideravo grave. Adesso invece, che mi sono sfidata a rimettere in discussione i miei ricordi e ho […]

Scopri di più

Semifreddo al caffè

Se è semplice, veloce e buonissimo si chiede la ricetta. E’ la storia di questo Semifreddo al caffè che faceva mia zia Anna in estate, lei era davvero bravissima in cucina, peccato che abitassimo lontane altrimenti sono sicura che avremmo condiviso la passione per la cucina. Adesso ogni volta che preparo questo semifreddo e la […]

Scopri di più

Torta di Crêpes

Il mio primo corso di cucina l’ho fatto a diciott’anni nella prima scuola per appassionati aperta a Milano, e anche se il nome vintage di questa ricetta può farti sorridere, ti assicuro che ai tempi in cui le sorelle Landra me l’anno insegnata (è loro la scuola “La Nostra Cucina”) le crêpes dolci erano molto […]

Scopri di più

x