Cosa c’è di meglio in giornate grige come questa (e dire che il caldo quest’anno l’ho preso tutto a Milano…) quando sei aggredito dalle zanzare tigre anche se ti spruzzi di lédum palustre, che metterti lì a inventare dolcetti?

E siccome ieri al super di Lerici ho trovato questi lamponi bellissimi che sono pure strabuoni e molto aromatici, ho pensato di fare delle tortine che abbiamo fotografato in terrazza (la prima l’ha fatta il mio fidanzato come alternativa ai miei close-up).

Vedrete che nella ricetta sono indicati molti “sostituibile”: è perché ho pensato che qualcuno avrebbe potuto avere dei problemi a reperire alcuni ingredienti. Siamo in vacanza, no? ;)

Crostatine al cacao con crema e lamponi | ©foto Sandra Longinotti
Crostatine al cacao con crema e lamponi

per 8 persone

150 g di burro
150 g di zucchero al velo
30 g di cacao amaro
120 g di farina di riso (sostituibile con fecola di patate)
200 g di farina di frumento 00
7 tuorli
180 g di zucchero semolato
20 g di maizena (sostituibile con fecola di patate)
mezzo litro di latte intero
350 g di ricotta di pecora (sostituibile con ricotta di latte vaccino)
3 vaschette di lamponi
fiori di borragine (facoltativi)
foglioline di melissa (sostituibili con foglioline di menta)

1.    Montate il burro ammorbidito con lo zucchero al velo, quindi incorporatevi 3 tuorli, il cacao, 100 g di farina di riso e la farina di frumento. Formate una palla, avvolgetela in pellicola per alimenti e passatela in frigo per un’ora.
2.    Nel frattempo montate 4 tuorli con 100 g di zucchero e appena sono chiari e spumosi aggiungetevi la maizena, 20 g di farina di riso e infine il latte bollente mescolando piano per non fare schiuma. Cuocete la crema a fiamma media mescolando continuamente fino a quando si rassoda. Spegnete e incorporatevi la ricotta frullata con lo zucchero rimasto.
3.    Lavate velocemente i lamponi, sgocciolateli e lasciateli asciugare su carta assorbente da cucina.
4.    Estraete la pasta frolla dal frigo, stendetela allo spessore di circa 3 mm e foderatevi 8 stampi del diametro di 12 cm. Coprite la superficie di ognuno con un foglio di carta oleata, riempite con legumi secchi e cuocete in forno preriscaldato a 175° per 15 minuti, quindi togliete la carta con i legumi e continuate la cottura per altri 3 minuti. Estraete gli stampi dal forno e lasciate raffreddare prima di sformare i gusci di pasta frolla.
5.    Al momento di servire riempiteli di crema alla ricotta, appoggiatevi sopra i lamponi e cospargete di foglioline di melissa e petali di fiori di borragine.

———–

©Foto mia

Props Stylist | Ornella Rota

Credits |Pagnossin, Piatto blu

Share_on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Gnudi al pomodoro

Questa per me è proprio una ricetta che sa di casa. Eppure l’ho riscoperta recentemente, perché da bambina la guardavo con sospetto… consideravo gli gnudi il parente povero dei ravioli di magro, svestiti della pasta, e allora lo consideravo grave. Adesso invece, che mi sono sfidata a rimettere in discussione i miei ricordi e ho […]

Scopri di più

Semifreddo al caffè

Se è semplice, veloce e buonissimo si chiede la ricetta. E’ la storia di questo Semifreddo al caffè che faceva mia zia Anna in estate, lei era davvero bravissima in cucina, peccato che abitassimo lontane altrimenti sono sicura che avremmo condiviso la passione per la cucina. Adesso ogni volta che preparo questo semifreddo e la […]

Scopri di più

Torta di Crêpes

Il mio primo corso di cucina l’ho fatto a diciott’anni nella prima scuola per appassionati aperta a Milano, e anche se il nome vintage di questa ricetta può farti sorridere, ti assicuro che ai tempi in cui le sorelle Landra me l’anno insegnata (è loro la scuola “La Nostra Cucina”) le crêpes dolci erano molto […]

Scopri di più

x