Queste frittelle si fanno in un attimo, sono soffici, gustosissime e puoi servirle anche con l’aperitivo.

Frittelle di ceci | ©foto Sandra Longinotti

Frittelle di ceci

per 4 persone

200 g di farina di ceci
8 filetti d’acciuga sott’olio
un terzo di cucchiaino da caffè di bicarbonato di soda
olio extravergine di oliva, sale

1.    Sciogli i filetti di acciuga a fiamma bassa con mezzo cucchiaio d’olio, schiacciandoli con una forchetta.
2.    Mescola la farina con il bicarbonato, versa poco alla volta 2 dl d’acqua fredda mescolando, quindi incorpora il composto di acciughe e regola di sale.
3.    Scalda l’olio in una padella – preferibilmente di ferro – e friggi il composto versandolo a cucchiaiate. Appena le frittelle sono dorate da un lato girale.
4.    Estraile con una paletta forata e lasciale asciugare su carta assorbente da cucina.
5.    Salale e servile subito.

Quello in foto sul piattino è Sale Marino Vichingo Affumicato, un sale norvegese affumicato con legno di pino e pepe nero.

©Foto mia

Props Stylist | Ornella Rota

Props | Semeraro, canovaccio | Rina Menardi, ciotola con piattino

Share_on

2 pensieri riguardo “Frittelle di ceci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Killer dov’era il Plastic. Da disco a ristorante cocktail bar. A Milano.

C’era una volta il Plastic. Coda permanente e selezione inflessibile all’ingresso, punk music assordante, luci psichedeliche e sempre così pieno che spesso restava solo il pavimento per sedersi a bere qualcosa. Lo chiamavamo tutti Plastic ma il suo vero nome era Killer Plastic. Poi sette anni fa la discoteca si è trasferita, e quei locali […]

Scopri di più

Il Risotto al Pomodoro dei Costardi Bros e il cucchiaio Gio Ponti

Almeno ogni vent’anni bisognerebbe rivedere alcune regole di Bon Ton. Marchesi sdoganò la scarpetta rendendola elegante, Cedroni e Bottura  introdussero show cooking che finivano col leccarsi le dita… “chessarà” quindi mangiare il risotto col cucchiaio?  Da tempo solo un piacere. Lo sanno bene Christian e Manuel Costardi, che agli eventi ti mettono in mano un barattolo […]

Scopri di più

x