Per dare freschezza vegetale a un piatto basta un tocco: in questa ricetta di gnocchi alquanto inusuali, Antonia Klugmann aggiunge le foglie di spinaci appena raccolte negli orti di Venissa, di fronte al ristorante. E voi? Potreste coltivarli sul balcone! :)

"Gnocchi di patata, spinaci di Venissa e seppia" by Antonia Klugmann (©foto Mattia Mionetto)

Gnocchi di patata, spinaci di Venissa e seppia

4 patate bollite e schiacciate

4 seppie

10 foglie di spinaci fresche

1 pomodoro

1 cipolla

1 spicchio di aglio

1 costa di sedano

1 foglia di alloro

polvere di liquirizia

Pasta di acciughe: ottenuta frullando 4 acciughe e olio extravergine di oliva

Presentazione

  1. Formare delle palline con la patata bollita finché è ancora umida e calda.
  2. In una casseruola unire ai ritagli delle seppie, il pomodoro, le verdure e l’alloro, un filo d’olio e coprire con un coperchio.Filtrare la salsa appena risulta abbastanza saporita.
  3. Rosolare pochi istanti gli gnocchi e le seppie, servire con il brodo ottenuto dai ritagli delle seppie e finire con le foglie fresche degli spinaci.

©Foto Mattia Mionetto

per chi vuole approfondire:

il mio post su Antonia Klugmann al Venissa

Share_on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Ultimi post


x
x