Col caldo che è venuto oltre alla voglia di uscire c’è anche quella di mangiare cibi freschissimi e soprattutto verdure. Questa insalata con uova di quaglia è delicata ma anche molto gustosa, perché il caprino già sa il fatto suo, col pesto poi… provate per credere.

© Insalata alle uova di quaglia e caprino al pesto

Insalata con uova di quaglia e caprino al pesto

per 4 persone

per 4 persone
12 uova di quaglia
4 caprini freschi
50 g di soncino
1 cespo di radicchio trevigiano precoce (quello con le foglie larghe, per intenderci)
1 mazzetto di rucola
8 ravanelli
4 cipollotti
2 cucchiai di pesto
1 cucchiaio di semi di girasole decorticati
olio extravergine di oliva, aceto di mele, sale marino fine

  1. Cuocete le uova di quaglia in acqua fredda salata per 2 minuti dall’ebollizione. Scolatele e raffreddatele sotto l’acqua corrente, sgusciatele e tagliatele a metà.
  2. Strappate con le mani il radicchio e mescolatelo con la rucola, il soncino, i ravanelli privati della radichetta e affettati sottili e i cipollotti tritati grossolanamente. Condite l’insalata con una vinaigrette ottenuta emulsionando 2 cucchiai di aceto, sale a piacere e 5 cucchiai d’olio.
  3. Distribuite l’insalata in quattro ciotole, aggiungete le uova tagliate a metà e i caprini. Condite il formaggio con il pesto diluito con un cucchiaio d’olio e cospargete l’insalata di semi di girasole.

 

©Foto mia

Props Stylist | Ornella Rota

Credits | Rina Menardi, piatto e le ciotole

Share_on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Il Risotto al Pomodoro dei Costardi Bros e il cucchiaio Gio Ponti

Almeno ogni vent’anni bisognerebbe rivedere alcune regole di Bon Ton. Marchesi sdoganò la scarpetta rendendola elegante, Cedroni e Bottura  introdussero show cooking che finivano col leccarsi le dita… “chessarà” quindi mangiare il risotto col cucchiaio?  Da tempo solo un piacere. Lo sanno bene Christian e Manuel Costardi, che agli eventi ti mettono in mano un barattolo […]

Scopri di più

x