Omas Kartoffelnudel

Omas Kartoffelnudel sono gnocchi cotti in forno serviti come piatto unico accompagnati da un’insalata, con lo stesso impasto puoi fare anche delle crocchette da friggere nell’olio e servire come contorno ai piatti di carne.

Ringrazio Ilde Paris, che ho conosciuto durante una vacanza estiva, per avermi inviato la sua ricetta altoatesina.

Omas Kartoffelnudel

per 4 persone

500 g di patate lesse
30 g di semolino
1 uovo
125 g di farina bianca
125 ml di panna
50 g di burro
noce moscata, sale

1.    Passare le patate ancora calde e impastarle velocemente con l’uovo, il semolino, la farina, noce moscata grattugiata a piacere e sale. Formare dei bastoni e schiacciarli col palmo della mano allo spessore di circa 1,5 cm e una larghezza di 10 cm.
2.    Con un coltello infarinato tagliarli a listarelle della larghezza di 2 cm.
3.    Imburrare una casseruola rettangolare e allinearvi la pasta di patate dopo aver bagnato i bordi del taglio nel burro fuso in modo che non si incollino fra loro durante la cottura.
4.    Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 25 minuti, quindi versarvi sopra la panna e continuare la cottura per altri 8-10 minuti, fino a quando la pasta sarà leggermente dorata.
5.    Sfornare e servire con un’insalata.

Share_on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Killer dov’era il Plastic. Da disco a ristorante cocktail bar. A Milano.

C’era una volta il Plastic. Coda permanente e selezione inflessibile all’ingresso, punk music assordante, luci psichedeliche e sempre così pieno che spesso restava solo il pavimento per sedersi a bere qualcosa. Lo chiamavamo tutti Plastic ma il suo vero nome era Killer Plastic. Poi sette anni fa la discoteca si è trasferita, e quei locali […]

Scopri di più

Il Risotto al Pomodoro dei Costardi Bros e il cucchiaio Gio Ponti

Almeno ogni vent’anni bisognerebbe rivedere alcune regole di Bon Ton. Marchesi sdoganò la scarpetta rendendola elegante, Cedroni e Bottura  introdussero show cooking che finivano col leccarsi le dita… “chessarà” quindi mangiare il risotto col cucchiaio?  Da tempo solo un piacere. Lo sanno bene Christian e Manuel Costardi, che agli eventi ti mettono in mano un barattolo […]

Scopri di più

x