Questi taglierini verdi agli spinaci hanno un colore bellissimo e un sapore molto delicato che si abbina bene agli asparagiuna ricetta molto semplice, vegetariana e vegana.

asparagi

Taglierini verdi agli asparagi e noci

per 4 persone

350 g di taglierini verdi agli spinaci
8 gherigli di noci
4 cipollotti
1 mazzo di asparagi
1 ciuffo di prezzemolo
1 spicchio d’aglio
10 g di burro di arachidi
olio extravergine di oliva, sale marino fino, pepe bianco

1.    Lessa gli asparagi al dente. Scolali, elimina la parte bianca e fibrosa del gambo, metti da parte le punte e frulla la parte verde e morbida del gambo aggiungendo eventualmente acqua di cottura sufficiente a ottenere una crema fluida.
2.    Cuoci la pasta al dente.
3.    Nel frattempo rosola in 4 cucchiai d’olio l’aglio schiacciato e i cipollotti tritati grossolanamente col prezzemolo. Prima che prendano colore aggiungi la crema di asparagi, regola di sale e pepe ed elimina l’aglio.
4.    A parte rosola nel burro di arachidi le punte di asparagi e i gherigli di noci spezzettati con le mani.
5.    Scola la pasta, falla insaporire un attimo nella crema di asparagi aggiungendo le punte e i gherigli. Se non sei vegano/a servi a parte parmigiano o pecorino grattugiato, se sei vegetariano/a utilizza formaggio a pasta dura con caglio vegetale.

——–

©Foto mia

Props Stylist | Ornella Rota

Credits | Tessilarte, tovaglia in puro lino verde acqua | Rina Menardi, ciotola verde

Share_on

2 pensieri riguardo “Taglierini verdi con asparagi e noci

  1. Buongiorno a te Ilaria! Vedo che sei mattiniera… hai anche tu una gran voglia di stare in mezzo al verde e di comprare tutte le verdure appena spuntate?
    A me la primavera fa sempre questo effetto, una strana irrequietudine mi spinge a star sempre fuori e sogno enormi insalate con dentro di tutto… la cucina vegetariana sa essere molto gustosa (chi ha dei dubbi faccia un salto al Joia)!
    Questo per me è “un piatto di mezzo” nel senso di inizio stagione, nasce con gli asparagi e si avvia nella freschezza della primavera, ma portandosi ancora dietro il tepore della stufa ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Limoncello fatto in casa

Ringrazio nuovamente mia cugina Anita per avermi dato questa ricetta. E la mia amica Laura che la primavera scorsa mi ha regalato dei limoni liguri profumatissimi. Il mio primo limoncello fatto in casa è nato così, nel migliore dei modi. L’importante è utilizzare frutti freschi non trattati, gli altri ingredienti si trovano al supermercato. Il […]

Scopri di più

senza glutine Legù

Capita a volte che un problema personale si trasformi in un’ottima idea. Come il progetto Legù, nato proprio così: la sua ideatrice e fondatrice Monica Neri ha sofferto di diabete in gravidanza, e dovendo rinunciare ad alcuni alimenti ha trovato il modo di sostituirli, anche grazie a uno studio di due Università, una di Milano […]

Scopri di più

Mortadella Pratese al Tartufo

La storia della Macelleria Mannori inizia negli anni ’50 con l’apertura della macelleria salumificio da parte del nonno, che da tempo affiancava il padre nell’allevamento e commercio di bestiame. Con il successivo ingresso dei figli l’attività si è ampliata e diversificata in macelleria e salumificio e adesso, alla quarta generazione, ci sono Sue Ellen Mannori […]

Scopri di più

x