Son tornati i Dischi Volanti

© dischi volanti del pastificio Benedetto Cavalieri

“E’ una storia molto bella” racconta Andrea Cavalieri (figlio di Benedetto) “nel 1947 si avvistarono i primi dischi volanti e un pastaio italiano fece subito un formato di pasta, l’idea fu seguita da altri pastifici fra cui il nostro che continuó a produrla fino agli anni ‘70, io non ero ancora nato… L’anno scorso abbiamo ritrovato la trafila in un vecchio magazzino dove abbiamo raccolto tante attrezzature che verranno esposte nel nostro futuro museo della pasta, e abbiamo voluto riprovare. Il risultato è stato stupefacente: una pasta tenace e molto carnosa, con una cottura di 14 minuti che accoglie bene i condimenti nelle sue piacevoli curvature”.

Foto mia

per chi vuole approfondire:

Pastificio Benedetto Cavalieri, per info: cavalieribenedetto@virgilio.it

ps- questo è il post che ho scritto l’11 marzo durante Taste 2012, il suo gemello è su Tumblr dove  trova spazio il mio live blogging.

Share_on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Monday Soup #3 – Vellutata di porri con polpettine di maiale, nocciole e cranberry

La morbidezza di questa vellutata di porri contrasta piacevolmente con le diverse consistenze delle micro polpettine, delle nocciole tostate e dei cranberry disidratati, che riprendono parte della loro morbidezza a contatto con la crema di verdure. Anche i sapori si alternano fra la dolcezza dei porri, il gusto deciso e speziato delle polpettine, il calore […]

Scopri di più

x