Al dente in 3 minuti… per questo si chiama Spaghetto al Volo!

E’ l’ultima novità del Pastificio Verrigni, e già è in arrivo per metà novembre anche il fratello maggiore realizzato con lo stesso concetto, che promette di essere pronto a velocità supersonica, sempre grazie a un segreto legato alla forma. Entrambi trafilati al bronzo, sono prodotti con gli stessi principi di alta qualità del pastificio: semola di grano duro italiano ed essiccazione a 35-40 gradi per 18-20 ore.

Spaghetto al Volo del Pastificio Verrigni | ©foto Sandra Longinotti

Lo Spaghetto al Volo è la soluzione immediata al “cosa cucino che ho fretta” e si presta a diventare l’alleato dei ristoratori perché consente di servire gli spaghetti in velocità ma “espressi”, senza precotture. Per lo stesso motivo è perfetto quando abbiamo tanti ospiti: ci evita di cuocere tanta pasta tutta insieme, che poi diventa di difficile gestione sia da scolare che da condire…

Naturalmente si può anche risottare: prima bollitelo un minuto per ammorbidirlo e poterne gestirne la lunghezza al meglio, poi scolatelo e cuocetelo i due minuti successivi nella salsa che desiderate, è perfetta anche una semplice passata di pomodoro: resterà al dente acquisendo una notevole cremosità.

©Foto mia

per chi vuole approfondire:

Pastificio Verrigni

Share_on

x

Il Risotto al Pomodoro dei Costardi Bros e il cucchiaio Gio Ponti

Almeno ogni vent’anni bisognerebbe rivedere alcune regole di Bon Ton. Marchesi sdoganò la scarpetta rendendola elegante, Cedroni e Bottura  introdussero show cooking che finivano col leccarsi le dita… “chessarà” quindi mangiare il risotto col cucchiaio?  Da tempo solo un piacere. Lo sanno bene Christian e Manuel Costardi, che agli eventi ti mettono in mano un barattolo […]

Scopri di più

x