Come avrebbe potuto essere l’Uovo di Pasqua di Gualtiero Marchesi, che oltre all’arte della cucina ama da sempre la musica, se non guarnito di note?

Uovo di Pasqua Gualtiero Marchesi

Sono stampate su una lastra di cioccolato che fascia l’uovo, disordinate come se qualcuno le avesse fatte scivolar giù da un pentagramma, ma nitide nel contrasto di cioccolato bianco e fondente al 61%. La sorpresa è in sintonia col guscio, semplice e senza età: un carillon con la musica di Verdi, o di Wagner.

Vi piace? Lo trovate a Erbusco nel ristorante Gualtiero Marchesi e a Milano a Il Marchesino.

Share_on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Monday Soup #3 – Vellutata di porri con polpettine di maiale, nocciole e cranberry

La morbidezza di questa vellutata di porri contrasta piacevolmente con le diverse consistenze delle micro polpettine, delle nocciole tostate e dei cranberry disidratati, che riprendono parte della loro morbidezza a contatto con la crema di verdure. Anche i sapori si alternano fra la dolcezza dei porri, il gusto deciso e speziato delle polpettine, il calore […]

Scopri di più

x