Pareti vegetali, green walls… le trovo bellissime e geniali. Non solo in città dove possono finalmente ricreare lo spazio necessario ad accogliere del verde, ma ovunque.

lo sfagno è il substrato perfetto per le pareti vegetali | ©foto Sandra Longinotti

Le metterei dappertutto, anche in casa, piene di erbe aromatiche, orticole e floreali per circondarmi di splendidi giardini verticali (se vi mancano le idee prendete spunto da Patrick Blanc ;). Così, entrando all’ultimo Orticola (il mercatino botanico milanese che si ripete ogni anno a maggio) insieme alla mia amica Sara, non potevo superare indifferente l’esposizione di Antologia, un’azienda florovivaistica che opera nel settore da 30 anni e che ho già citato più volte per il loro bel tappeto d’erba sintetica.

Stavolta di sintetico c’è solo la struttura metallica che contiene lo sfagno, un substrato naturale altamente assorbente dove vengono messe a dimora le piante, che oltre a un’elevatissima quantità d’acqua assorbe i rumori (è un ottimo isolante acustico) e diventa anche termoisolante se utilizzato per coprire le pareti esterne o il tetto di casa. Sicuramente Pluto approva…

un tetto vegetale anche per Pluto! | ©foto Sandra Longinotti

———–

©Foto mie

Share_on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Ultimi post


x
x