Quando il nostro ‘tartarugo’ Gerardo può farsi un giretto per il giardino, controllato a vista per evitare che precipiti giù da qualche piana ligure, non gli sfugge nemmeno un fiore di Tarassaco. Non è un caso, li sceglie proprio evitando gli altri fiori spontanei a disposizione, e ne è ghiottissimo.

Voi lo chiamate Dente di Leone, Soffione (quanti ne ho soffiati da piccola! e tuttora non resisto…), Pissenlit? Beh, è sempre lui. E fa un gran bene al fegato e alla digestione, #sapevatelo!

© Tarassaco

Fiorisce da adesso fino a ottobre, potete coltivarlo ma perché dovreste? Si trova con gran facilità nei campi, anche in montagna, e secondo me spontaneo è meglio. Se vi piace l’amarognolo, questo è il momento giusto per aggiungere all’insalata qualche fogliolina di quelle centrali e tenerissime appena spuntate, più avanti diventano dure e fibrose ed è meglio cuocerle. Per bollire le radici invece aspettate l’autunno.

Non è finita: potete raccogliere anche i boccioli e metterli sottaceto (basta bollirli prima 5 minuti in acqua e limone), se poi non avete una tartaruga che vi mangia tutti i fiori, staccate i petali e aggiungete pennellate giallo-tarassaco dappertutto: insalate, risotti, dolci…

©Foto mie

Share_on

5 pensieri riguardo “Tarassaco, boccioli, fiori, radice, foglie…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Gnudi al pomodoro

Questa per me è proprio una ricetta che sa di casa. Eppure l’ho riscoperta recentemente, perché da bambina la guardavo con sospetto… consideravo gli gnudi il parente povero dei ravioli di magro, svestiti della pasta, e allora lo consideravo grave. Adesso invece, che mi sono sfidata a rimettere in discussione i miei ricordi e ho […]

Scopri di più

Semifreddo al caffè

Se è semplice, veloce e buonissimo si chiede la ricetta. E’ la storia di questo Semifreddo al caffè che faceva mia zia Anna in estate, lei era davvero bravissima in cucina, peccato che abitassimo lontane altrimenti sono sicura che avremmo condiviso la passione per la cucina. Adesso ogni volta che preparo questo semifreddo e la […]

Scopri di più

Torta di Crêpes

Il mio primo corso di cucina l’ho fatto a diciott’anni nella prima scuola per appassionati aperta a Milano, e anche se il nome vintage di questa ricetta può farti sorridere, ti assicuro che ai tempi in cui le sorelle Landra me l’anno insegnata (è loro la scuola “La Nostra Cucina”) le crêpes dolci erano molto […]

Scopri di più

x