Il cavolo rosso (Brassica oleracea var. capitata f. rubra L.) è ricchissimo di antocianine, si vede dal colore. Mi piace definirlo un “ortaggio magico” perché se aggiungi limone accentua il suo colore tendendo al magenta, se aggiungi sale diventa viola. Viola come la crema di cavolo rosso di questa Monday Soup, che ha un food styling di grande impatto per il contrasto di colore fra gli ingredienti e la bellezza delle viole, ma non è affatto complicata: è facilissima da preparare e pronta in meno di mezz’ora!

Quando scrissi il mio libro “Home Kitchen Garden” sui fiori eduli che si possono coltivare in vaso sul balcone, il mio desiderio era trasmettere il piacere di circondarsi dell’energia positiva delle piante. Guardare la bellezza dei loro fiori, coglierli per aggiungere alla mise en place quelli che chiamo “pensieri sottili”, piccole attenzioni che fanno percepire a un ospite quanto sia stato nei nostri pensieri prima del suo arrivo: basta un fiore appena colto sul balcone che lo attende a tavola sul tovagliolo. E ancora, aggiungere fiori eduli al cibo per renderlo più bello, ma anche per arricchirlo di gusto e delle loro proprietà. E le viole, soprattutto se rosse o blu, sono una bomba di antiossidanti.

Crema di cavolo rosso con asparagi e viole | Monday Soup #18 | ©foto Sandra Longinotti

Crema di cavolo rosso, asparagi e viole

per 4 persone

400 g di cavolo rosso
8 asparagi bianchi
2 uova sode
1 manciata di fiori di Viola per uso alimentare
1 fetta alta di pane a lievitazione naturale
sale, olio evo ligure

  1. Bolli gli asparagi. Intanto rassoda le uova in acqua fredda per 7 minuti dall’ebollizione. Passale sotto l’acqua fredda per fermare la cottura, sgusciale, estrai i tuorli e sbriciolali fra le dita.
  2. Sbriciola la mollica della fetta di pane e tostala in forno senza seccarla completamente. Non buttare la crosta, condiscila con un filo d’olio evo e un pizzico di sale: ti farà compagnia mentre prepari la cena, naturalmente se aggiungi un calice di bollicine è meglio… :)
  3. Cuoci il cavolo rosso in acqua bollente salata, poi frullalo con (la sua) acqua di cottura sufficiente a ottenere una crema. Infine incorpora 4 cucchiai d’olio continuando a frullare.
  4. Versa la crema di cavolo rosso nei piatti fondi, aggiungi gli asparagi tagliati tocchetti, un filo d’olio, le briciole di pane, i tuorli sbriciolati e infine i fiori. Servi subito perché la crema di cavolo rosso tinge tutto (di magenta) molto in fretta.

©Foto mie

Props | Retorta runner Urban 100% cotone | Officinando sottopiatto Wall in acciaio spazzolato serigrafato | KnIndustrie piatto fondo Grés bicolor | cucchiaio Brick Lane black

Questa Crema di cavolo rosso ti fa fare un figurone senza sbatti: è pronta in meno di mezz’ora, ricca di antiossidanti, bella e semplicissima. Cosa vuoi di più da una Soup? #MondaySoup #cucinaitaliana #italiancuisine #healthyfood… Condividi il Tweet
Share_on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Killer dov’era il Plastic. Da disco a ristorante cocktail bar. A Milano.

C’era una volta il Plastic. Coda permanente e selezione inflessibile all’ingresso, punk music assordante, luci psichedeliche e sempre così pieno che spesso restava solo il pavimento per sedersi a bere qualcosa. Lo chiamavamo tutti Plastic ma il suo vero nome era Killer Plastic. Poi sette anni fa la discoteca si è trasferita, e quei locali […]

Scopri di più

Il Risotto al Pomodoro dei Costardi Bros e il cucchiaio Gio Ponti

Almeno ogni vent’anni bisognerebbe rivedere alcune regole di Bon Ton. Marchesi sdoganò la scarpetta rendendola elegante, Cedroni e Bottura  introdussero show cooking che finivano col leccarsi le dita… “chessarà” quindi mangiare il risotto col cucchiaio?  Da tempo solo un piacere. Lo sanno bene Christian e Manuel Costardi, che agli eventi ti mettono in mano un barattolo […]

Scopri di più

x