Questa è proprio la ricetta classica della Crème brûlée. E se usi (con attenzione) il caramellatore diventa anche divertente.

Crème brûlée | ©foto Sandra Longinotti

Crème Brûlée

per 6 persone:

1 uovo e 3 tuorli
140 g di zucchero
3 dl di panna
1 dl di latte
1 cucchiaio di estratto di vaniglia
burro

1.    Monta le uova con 100 g di zucchero, quindi aggiungi la panna e il latte bollenti e l’estratto di vaniglia. Versa il composto in 6 cocotte ovali a bordi bassi ben imburrati.
2.    Cuoci le crème brûlée a bagnomaria in forno preriscaldato a 150° per 20 minuti circa.
3.    Fai la prova dello stecchino e se le crème brulée sono cotte estrai gli stampi dall’acqua. Lasciale raffreddare, quindi mettile in frigo.
4.    Al momento di servire cospargi la superficie con lo zucchero rimasto e caramellalo con l’apposito utensile muovendo continuamente la fiamma sulla superficie fino a quando lo zucchero diventerà biondo scuro formando una crosticina. Se non hai il caramellatore metti le cocotte sotto al grill del fornoper qualche minuto.

———–

©Foto mia

Styling Ornella Rota

Si ringrazia:

Künzi distributore del caramellatore prodotto da Hotery

Share_on

2 pensieri riguardo “Crème Brûlée

  1. buonissima questa Crème Brûlée! brava sandra!
    l’altra sera ne ho preparate 5 per una cena con amici (la ricetta ce l’avevo ma non era testata), però devo aver sbagliato qualcosa perché ho praticamente dovuto servirla con una cannuccia. Era liquida, buonissima, ma liquida! dove avrò sbagliato? forse avrei dovuto lasciarla più tempo in forno? ho fatto a 150° per 25 minuti. Però vedo che corrisponde al tempo e alla temperatura che consigli anche tu. sig sig

  2. Cara Pannamontata, mi spiace proprio! Di sicuro hai messo in forno gli stampi a bagnomaria nell’acqua già bollente, quindi escludiamo questo possibile errore.
    La liquidità è dovuta alla cottura: probabilmente i tuoi stampini oltre ad essere uno in meno (nella ricetta ne avevo utilizzati 6) erano anche più piccoli, così la crema era più alta (per me 2 cm sono l’altezza giusta: come gusto mi piace che la ricchezza pannosa della crema non sovrasti il croccante del caramello) l’unico modo per evitare delusioni è fare sempre la prova dello stecchino: sembra strano, ma oltre che per le torte vale anche per la crème brûlée quando è cotta esce appena inumidito! Vedrai che la prossima volta farai un successone! :))

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

x