Il Tête de Moine è il classico formaggio che non ha bisogno di ricette, è completo così com’è, appena arricciato a rosetta. Tanto che prima di riuscire a scrivere questa ricetta ne ho mangiata quasi una forma intera senza accorgermene, cercando l’ispirazione… e dico, una forma pesa un chilo!

© Quadratini al Tête de Moine
Quadratini al Tête de Moine con tonno e avocado

per 6-8 persone

mezzo avocado
140 g di filetti di tonno sott’olio sgocciolati
Tête de Moine
160 g di farina
40 g di fecola
1 bustina di zafferano
100 g di burro
1 tuorlo
1 limone
sale marino fino

1.    Impastate il burro ammorbidito con lo zafferano, la fecola e la farina setacciate insieme, il tuorlo, 3 cucchiai d’acqua e mezzo cucchiaino di sale. Formate una palla e passatela in frigo per mezz’ora.
2.    Stendete la pasta allo spessore di circa 3 mm e ricavatevi dei quadratini di 2 cm per lato. Trasferiteli su una teglia foderata di carta oleata e cuoceteli in forno preriscaldato a 175° per circa 8-10 minuti. Sfornateli e lasciateli raffreddare.
3.    Nel frattempo tritate il tonno nel cutter fino a ridurlo in crema. Sbucciate l’avocado,  affettatelo, tagliate le fette a tocchetti e spruzzateli di limone per evitare che anneriscano.
4.    Spalmate i quadratini di crema di tonno, mettetevi sopra un tocchetto di avocado e una rosetta di Tête de Moine e accompagnateli con un aperitivo (che ne dite di un Negroni?…).

———

©Foto mia

Props Stylist | Ornella Rota

Share_on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Limoncello fatto in casa

Ringrazio nuovamente mia cugina Anita per avermi dato questa ricetta. E la mia amica Laura che la primavera scorsa mi ha regalato dei limoni liguri profumatissimi. Il mio primo limoncello fatto in casa è nato così, nel migliore dei modi. L’importante è utilizzare frutti freschi non trattati, gli altri ingredienti si trovano al supermercato. Il […]

Scopri di più

senza glutine Legù

Capita a volte che un problema personale si trasformi in un’ottima idea. Come il progetto Legù, nato proprio così: la sua ideatrice e fondatrice Monica Neri ha sofferto di diabete in gravidanza, e dovendo rinunciare ad alcuni alimenti ha trovato il modo di sostituirli, anche grazie a uno studio di due Università, una di Milano […]

Scopri di più

Mortadella Pratese al Tartufo

La storia della Macelleria Mannori inizia negli anni ’50 con l’apertura della macelleria salumificio da parte del nonno, che da tempo affiancava il padre nell’allevamento e commercio di bestiame. Con il successivo ingresso dei figli l’attività si è ampliata e diversificata in macelleria e salumificio e adesso, alla quarta generazione, ci sono Sue Ellen Mannori […]

Scopri di più

x