Dal post sulle ciliegie tardive del Trentino avrete già capito che sono così buone che è difficile riuscire a cuocerle… questa torta l’ho fatta con le sopravvissute alla cena di cui vi parlavo in quel post e ad altri spilluzzicamenti vari.

Torta di ciliegie e mandorle | ©foto Sandra Longinotti

Dopo aver ceduto ripetutamente alla loro bontà ho realizzato che l’importante è non iniziare, se assaggiate una ciliegia… addio torta!

 

Torta di ciliegie e mandorle

300 g di ciliegie tardive del Trentino (o un’altra varietà di ciliegie dolci)
140 g di mandorle macinate
140 g di zucchero semolato
80 g di burro
50 g di maizena
4 uova
1 cucchiaino da caffè raso di cremor di tartaro (si trova in farmacia o nei negozi Naturasì)
1 cucchiaio di zucchero al velo

1.    Montate il burro con 80 g di zucchero semolato. Aggiungetevi le mandorle alternandole ai tuorli, poi incorporatevi la maizena e gli albumi montati col cremor di tartaro e lo zucchero semolato rimasto mescolando delicatamente dal basso verso l’alto.

2.    Versare il composto in una teglia del diametro di 20 cm foderata di carta oleata e affondatevi le ciliegie private dei piccioli.

3.    Cuocete la torta in forno preriscaldato a 175° per 45 minuti. Estraetela dal forno, aspettate qualche minuto prima di sformarla e appena è fredda  e spolverizzatela di zucchero al velo.

NOTA . quando la mangiate ricordatevi dei noccioli! ;)

———–

©Foto mia

Styling Ornella Rota

 

Share_on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Gnudi al pomodoro

Questa per me è proprio una ricetta che sa di casa. Eppure l’ho riscoperta recentemente, perché da bambina la guardavo con sospetto… consideravo gli gnudi il parente povero dei ravioli di magro, svestiti della pasta, e allora lo consideravo grave. Adesso invece, che mi sono sfidata a rimettere in discussione i miei ricordi e ho […]

Scopri di più

Semifreddo al caffè

Se è semplice, veloce e buonissimo si chiede la ricetta. E’ la storia di questo Semifreddo al caffè che faceva mia zia Anna in estate, lei era davvero bravissima in cucina, peccato che abitassimo lontane altrimenti sono sicura che avremmo condiviso la passione per la cucina. Adesso ogni volta che preparo questo semifreddo e la […]

Scopri di più

Torta di Crêpes

Il mio primo corso di cucina l’ho fatto a diciott’anni nella prima scuola per appassionati aperta a Milano, e anche se il nome vintage di questa ricetta può farti sorridere, ti assicuro che ai tempi in cui le sorelle Landra me l’anno insegnata (è loro la scuola “La Nostra Cucina”) le crêpes dolci erano molto […]

Scopri di più

x