Questa ricetta me l’ha data Emanuela Gianoglio quando ho comprato le nocciole della sua azienda agricola.

Era da tempo che provavo a fare questo dolce e non ero soddisfatta del risultato, così quando ha tirato fuori il suo fogliettino dicendomi “E questa è la ricetta della torta di nocciole” le ho chiesto subito: “Ma quella senza farina?” ricordandomi della torta che avevo comprato al Salone del Gusto di due anni fa e che avevo regalato ad Anna che non può assumere glutine. L’avevo assaggiata anch’io, vicino c’era un altro produttore che invece la farina ce la metteva e… sorpresa! Era meglio quella senza!

Così l’ho preparata subito, bastano 10 minuti e 4 ingredienti. Uno però, le nocciole, è fondamentale. E quelle di Emanuela sono decisamente buone…

Torta di nocciole | ©foto Sandra Longinotti

Torta di nocciole

per 6 persone

250 g di farina di nocciole
250 g di zucchero
4 uova
mezza bustina di lievito

  1. Sbattete i tuorli con 150 g di zucchero fino a quando diventano chiari e spumosi. Aggiungetevi la farina di nocciole e il lievito.
  2. Separatamente montate a neve gli albumi con lo zucchero rimasto e incorporateli al composto mescolando dal basso verso l’alto per non smontarli. Versate il tutto in una teglia del diametro di 22 cm foderato di carta oleata.
  3. Cuocete la torta in forno preriscaldato a 180° per 35 minuti, quindi lasciate raffreddare il dolce in forno (mi raccomando! questo è uno dei rari casi in cui un dolce è più buono freddo).

—–

©Foto mia

Styling Ornella Rota

Share_on

9 pensieri riguardo “Torta di nocciole

  1. Deliziosa! Dev’essere buonissima! anch’io sono celiaca e ho già provato la tua torta di farina gialla: un successo! In casa l’hanno spazzolata in meno di due ore. Non ha neanche fatto in tempo a raffreddarsi. Stasera provo questa di nocciole così la assaggiamo domani a colazione. Dammi un consiglio Sandra, se prendo le nocciole biologiche già pulite, mi basta tritarle in un frullatore per ottenere quella che tu chiami “farina di nocciole”? grazie e… complimenti, sei bravissima!!! entro sempre nel tuo blog, ma sono un po’ timida e non ti scrivo mai. Ma sappi che passo a farti visita almeno una volta al giorno!

  2. mi fa piacere carolina! per le nocciole certo che puoi prendere quelle già sgusciate, però tritale con una parte di zucchero (lasciane un po’ per le chiare che così diventano belle sode e un po’ per montare i tuorli) per evitare che invece di farina diventi crema! ( è per via dell’olio che contengono…)
    buona torta!

  3. x la torta alle nocciole vorrei sapere se posso tritare io le nocciole x avere la farina

  4. certo! le nocciole però ricordati di tritarle con lo zucchero, altrimenti invece di nocciole macinate otterresti una crema di nocciola! (è per via dell’olio che contengono…)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Monday Soup #3 – Vellutata di porri con polpettine di maiale, nocciole e cranberry

La morbidezza di questa vellutata di porri contrasta piacevolmente con le diverse consistenze delle micro polpettine, delle nocciole tostate e dei cranberry disidratati, che riprendono parte della loro morbidezza a contatto con la crema di verdure. Anche i sapori si alternano fra la dolcezza dei porri, il gusto deciso e speziato delle polpettine, il calore […]

Scopri di più

x