Mirta Piazza San Materno, 12 – Milano

tel. 02 91180496 – 338 6251114 (chiuso sabato e domenica)

E’ il nostro amico Moreno che un paio d’anni fa, quando avevano appeno aperto, ci ha portati da Mirta perché conosce bene Juan (è lui che cucina) e sua moglie Cristina (che vi accoglie in sala).

lo chef patron Josè e uno scorcio della saletta

Mirta è simpaticamente semplice e i suoi solidi arredi, frammisti a elementi più light, fanno trasparire il tocco di una mano femminile.

Juan propone piatti semplici e sempre nuovi. La sua è una cucina molto sobria di matrice tradizionale, reinterpretata “in punta di piedi”. E c’è sempre una scelta per chi è vegetariano.

E’ il posto ideale per l’ora di pranzo: non si prenota (la cucina apre dalle 12,15 alle 14,20) e il menù cambia tutti i giorni (c’è sempre una scelta di 4 primi, 4 secondi e un paio di dolci) proponendo piatti leggeri anche nel prezzo.

Baccalà mantecato e Insalata di puntarelle

A cena (prenotate) la carta cambia ogni 10 giorni e ci sono sempre dei piatti fuori carta che Cristina spiega a voce. E Juan fa pure il pane, ogni dì.

Ecco in sintesi un piccolo assaggio di cosa può offrire la cucina: fra gli antipasti Gattò di patate e pecorino con paté di peperoni, Terrina di gorgonzola, fichi secchi e ricotta servita su pane caldo con una riduzione di aceto balsamico, fra i primi c’è sempre una Zuppa (anche d’estate) adesso la trovate di avena e Cicerchie di Serra de’ Conti (Presidio Slow Food), cambia il formato ma trovate sempre anche una pasta “fatta in casa”, oggi per esempio è la volta delle Pappardelle con scarola e bitto. Come secondi la Tartara di cavallo con sott’oli (il ristorante confina con una delle più antiche macellerie equine di Milano, e quindi la carne è sempre ben frollata e freschissima), Tegamino di verdure al forno con la provola, Bocconcini di guanciale con la polenta gialla e a volte c’è il Baccalà mantecato con polenta bianca (di Mais Biancoperla del Presidio) e passiamo ai dessert: Tortino al cioccolato (di Valrhona) col cuore morbido abbinato a una salsa sempre diversa (allo zenzero o al caramello, sorbetto al mandarino, gelato alla vaniglia – n.d.r. gelati e sorbetti li fa sempre Juan), Crema bruciata al frutto della passione, Torta di mela e arancia con crema alla vaniglia.         Per chi ha ancora un posticino prima del dolce: Selezione di formaggi con marmellata di mele cotogne.

Ve ne sarete già accorti ma ve lo dico lo stesso: Mirta ha aderito all’Alleanza fra Cuochi e Presìdi, al momento ci sono la Cicerchia di Serra de’ Conti, il Mais Biancoperla e la Pitina, ma durante l’anno ne troverete altri (tutto merito della stagionalità!).

——-

Prezzi medi a pranzo: antipasti  €, primi 6 €, secondi con contorno 8 €, dolci 3,50 € – non si paga il coperto.

Prezzi medi a cena: antipasti 10 €, primi 11 €, secondi 16 €, dolci 6,50 € – coperto € 1,50.

———-
Foto mie

Per chi vuole approfondire:

Mirta

Alleanza fra Cuochi e Presìdi

Cicerchia di Serra de’ Conti

Mais Biancoperla

Pitina

Share_on

Un pensiero riguardo “Semplicemente Mirta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Limoncello fatto in casa

Ringrazio nuovamente mia cugina Anita per avermi dato questa ricetta. E la mia amica Laura che la primavera scorsa mi ha regalato dei limoni liguri profumatissimi. Il mio primo limoncello fatto in casa è nato così, nel migliore dei modi. L’importante è utilizzare frutti freschi non trattati, gli altri ingredienti si trovano al supermercato. Il […]

Scopri di più

senza glutine Legù

Capita a volte che un problema personale si trasformi in un’ottima idea. Come il progetto Legù, nato proprio così: la sua ideatrice e fondatrice Monica Neri ha sofferto di diabete in gravidanza, e dovendo rinunciare ad alcuni alimenti ha trovato il modo di sostituirli, anche grazie a uno studio di due Università, una di Milano […]

Scopri di più

Mortadella Pratese al Tartufo

La storia della Macelleria Mannori inizia negli anni ’50 con l’apertura della macelleria salumificio da parte del nonno, che da tempo affiancava il padre nell’allevamento e commercio di bestiame. Con il successivo ingresso dei figli l’attività si è ampliata e diversificata in macelleria e salumificio e adesso, alla quarta generazione, ci sono Sue Ellen Mannori […]

Scopri di più

x