Il cotechino è un must del primo dell’anno, e a chi lo prepara solo in quell’occasione è facile sorga qualche dubbio…

Per questo l’anno scorso ho pubblicato sulla mia pagina facebook questo pratico promemoria, un sintetico evergreen di come si cuoce il cotechino che ripropongo qui, dove è più facile ritrovarlo:

PESO: calcolane 500 g ogni 4 persone

PREPARAZIONE: punzecchialo con un ago, avvolgilo in un telo di cotone o lino naturale e lega le estremità con refe da cucina.

COTTURA: mettilo a cuocere in una pentola coperto d’acqua fredda,

– appena raggiunge il bollore abbassa la fiamma e lascialo sobbollire per 2 ore e mezza/tre,

– quando è cotto spegni il fuoco e lascialo riposare 5 minuti prima di estrarlo dall’acqua.

SERVIZIO: taglia il refe con le forbici, srotola il telo delicatamente e affetta il cotechino.

CONTORNO: il cotechino ha assolutamente bisogno di un contorno, gli abbinamenti tradizionali sono: lenticchie in umido (un must del primo dell’anno, porta bene!), purè di patate, spinaci al burro e parmigiano, salsa verde.

 

Per il VINO in abbinamento ho chiesto a Cristiano Cini, Sommelier, Presidente AIS Toscana e Direttore di Wine TV, che me ne ha consigliati sei:

  • D’Araprì brut Riserva Nobile 2015 metodo classico IGP Daunia Bombino Bianco
  • Pesca Rosa 2018 IGP Elda Cantine rosato pugliese da Nero di Troia
  • Costa d’Amalfi DOC Tramonti Rosato 2018 Giuseppe Apicella
  • F2 Freisa di Benito Favaro
  • Dudes Spumante Brut Rosato, freisa Charmat di Vittorio Marco Adriano
  • Bonarda dell’Oltrepò Pavese DOC frizzante Vaiolet 2018 Monsupello

Grazie Cristiano, e buon Anno a tutti!

Share_on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Semina piante felici

Il frigo non serve solo per conservare il cibo: è un importante elemento di arredo e comunicazione. E’ molto efficace per call to action intuitive, da fissare con una manciata di calamite. A casa nostra adesso è: semina! E in questi giorni di primavera, dopo aver goduto per mesi della bellezza autunnale dell’indoor foliage ricreato […]

Scopri di più

Torta alle arance

Faccio questa torta alle arance da quando ero ragazzina, è semplicissima e così buona che fa fare sempre bella figura. L’ho pubblicata su Elle tanti anni fa ed è la preferita di Laura, ai tempi la maestra di mio figlio, che non mangia dolci durante la Quaresima. Così in questo periodo, quando andavo a prenderlo […]

Scopri di più

x