Ringrazio nuovamente mia cugina Anita per avermi dato questa ricetta. E la mia amica Laura che la primavera scorsa mi ha regalato dei limoni liguri profumatissimi. Il mio primo limoncello fatto in casa è nato così, nel migliore dei modi. L’importante è utilizzare frutti freschi non trattati, gli altri ingredienti si trovano al supermercato. Il limoncello è davvero semplice da preparare, e viene buonissimo.

il mio albero di limone rosso con cui ho preparato il Limoncello rosso fatto in casa | ©foto Sandra Longinotti

La settimana scorsa ero al mare e sono rimasta sorpresa da quanto fosse carico di frutti il limone che avevo piantato in giardino una ventina d’anni fa. Siccome amo le piante e mi piacciono le varietà antiche e particolari, l’albero in questione è un Citrus x volkameriana, un limone rosso. Questa specie è un ibrido dalle origini incerte, ma si suppone che i genitori fossero un limone e un arancio amaro. E si vede.

Limoncello fatto in casa appena imbottigliato | ©foto Sandra Longinotti

Ha frutti dalla scorza sottile color arancio, polpa arancio chiaro e succo meno acido del limone e molto più aromatico. Come avrei potuto non preparare subito un limoncello rosso? Al momento le scorze stanno macerando nell’alcol, scuoto la bottiglia ogni giorno… naturalmente il colore finale sarà arancio ma sono molto curiosa di sentirne il gusto, a febbraio sarà pronto e ne riparleremo, intanto ecco la ricetta del Limoncello fatto in casa.

Limoncello fatto in casa

250 cc di alcol a 90°

6 limoni profumatissimi non trattati

350 g di zucchero

  • Con un coltellino affilato pela i limoni facendo attenzione a non tagliare anche la parte bianca che è amara.
  • Metti le scorze di limone in un vaso di vetro a chiusura ermetica, aggiungi l’alcol, chiudi e lascia riposare in un luogo fresco e buio per 8 giorni, scuotendo il contenitore ogni giorno.
  • Dopodiché prepara uno sciroppo portando a ebollizione mezzo litro d’acqua con lo zucchero. Lascia raffreddare, quindi aggiungi l’alcol filtrato, versa in una o più bottiglie con tappo ermetico o a vite e riponi nuovamente a riposare per 20 giorni.
  • A questo punto il limoncello è pronto, puoi tenerlo in freezer per servirlo “ghiacciato”.

©Foto mie

Share_on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Gnudi al pomodoro

Questa per me è proprio una ricetta che sa di casa. Eppure l’ho riscoperta recentemente, perché da bambina la guardavo con sospetto… consideravo gli gnudi il parente povero dei ravioli di magro, svestiti della pasta, e allora lo consideravo grave. Adesso invece, che mi sono sfidata a rimettere in discussione i miei ricordi e ho […]

Scopri di più

Semifreddo al caffè

Se è semplice, veloce e buonissimo si chiede la ricetta. E’ la storia di questo Semifreddo al caffè che faceva mia zia Anna in estate, lei era davvero bravissima in cucina, peccato che abitassimo lontane altrimenti sono sicura che avremmo condiviso la passione per la cucina. Adesso ogni volta che preparo questo semifreddo e la […]

Scopri di più

Torta di Crêpes

Il mio primo corso di cucina l’ho fatto a diciott’anni nella prima scuola per appassionati aperta a Milano, e anche se il nome vintage di questa ricetta può farti sorridere, ti assicuro che ai tempi in cui le sorelle Landra me l’anno insegnata (è loro la scuola “La Nostra Cucina”) le crêpes dolci erano molto […]

Scopri di più

x