Non capita di frequente, soprattutto in città, ma l’altro giorno ho avuto la fortuna di trovare delle fave piccole e freschissime, così ho pensato che sarebbero state molto bene in questa zuppa di cicerchia. Una crema gustosa ma delicata, arricchita dalla freschezza vegetale delle fave e dalla sapidità non invadente delle vongole, sul pane profumato d’aglio.
Il risultato è una zuppa con pochi ingredienti ma che sa tanto di primavera, si prepara velocemente ed è pronta in meno di mezz’ora.

Zuppa di cicerchie con vongole e fave | ©foto Sandra Longinotti

Zuppa di cicerchie, vongole e fave

per 4 persone

400 g di cicerchie decorticate
300 g di vongole
250 g di piccoli baccelli di fave fresche
1 ciuffo di prezzemolo
4 fette di pane semi integrale a lievitazione naturale
1 spicchio d’aglio novello
sale, pepe bianco, olio evo ligure

  1. Metti le cicerchie nella pentola a pressione con 1 litro e mezzo d’acqua fredda e cuocile per 15 minuti dal fischio.
  2. Nel frattempo sgrana i baccelli ed elimina la pellicola esterna delle fave più grandi di un cece. Tosta il pane, poi struscialo con lo spicchio d’aglio sbucciato.
  3. Lascia aprire le vongole a fiamma media in una casseruola chiusa col coperchio, scarta quelle chiuse o rotte, mettine da parte 20 ed estrai il mollusco dalle altre. Filtra il liquido che hanno emesso in cottura e aggiungilo alle vongole sgusciate insieme al prezzemolo tagliuzzato con le forbici.
  4. Frulla le cicerchie con la loro acqua di cottura sufficiente a ottenere una crema e regola di sale e pepe. Versala nelle scodelle, metti al centro una fetta di pane, distribuisci sopra le vongole con e senza guscio e condisci con un filo d’olio.

©Foto mie

Props | Retorta Firenze 1906 runner La Consistenza 100% cotone grigio| tovaglietta americana La Grandezza quadrata fucsia 100% poliammide | KnIndustrie piatto quadrato bianco | cucchiaio Brick Lane black

Share_on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Il Risotto al Pomodoro dei Costardi Bros e il cucchiaio Gio Ponti

Almeno ogni vent’anni bisognerebbe rivedere alcune regole di Bon Ton. Marchesi sdoganò la scarpetta rendendola elegante, Cedroni e Bottura  introdussero show cooking che finivano col leccarsi le dita… “chessarà” quindi mangiare il risotto col cucchiaio?  Da tempo solo un piacere. Lo sanno bene Christian e Manuel Costardi, che agli eventi ti mettono in mano un barattolo […]

Scopri di più

x