La storia della Macelleria Mannori inizia negli anni ’50 con l’apertura della macelleria salumificio da parte del nonno, che da tempo affiancava il padre nell’allevamento e commercio di bestiame. Con il successivo ingresso dei figli l’attività si è ampliata e diversificata in macelleria e salumificio e adesso, alla quarta generazione, ci sono Sue Ellen Mannori e la sorella Celeste ad affiancare i genitori. E c’è una novità, la mortadella tartufata.

Sue Ellen e Celeste Mannori con la nuova Mortadella Pratese al Tartufo | ©foto Sandra Longinotti

Di fianco alla Mortadella di Prato (IGP e Presidio Slow Food) che in casa Mannori quest’anno “batte” 70 anni da quando il nonno scoprì e modificò la ricetta tradizionale dell’800, c’è una nuova ricetta: la Mortadella Pratese al Tartufo, che seppur nata da pochissimo in famiglia è considerata uno dei loro salumi migliori. 

Gli ingredienti della mortadella tartufata sono tutti Made in Tuscany “vengono utilizzate solo le parti magre di suini toscani” spiega Sue Ellen “l’alchermes (che è anche uno degli ingredienti della Mortadella di Prato) è fatto a Prato o a Firenze, e il tartufo proviene dai boschi delle colline pisane.”

La Mortadella Pratese al Tartufo si mangia semplicemente affettata, sia sottile che al coltello, ed è così saporita che Sue Ellen la suggerisce anche in cucina: “dà carattere a ripieni e terrine, ed è ottima per condire la pasta.”
È buonissima anche tagliata a fette dello spessore di 1 cm, scaldata sulla griglia 1 minuto per parte e, come la Mortadella di Prato, accompagnata con miele e mostarde leggere, restando in zona è da provare con quella di fichi di Carmignano.

©foto Sandra Longinotti

Share_on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Gnudi al pomodoro

Questa per me è proprio una ricetta che sa di casa. Eppure l’ho riscoperta recentemente, perché da bambina la guardavo con sospetto… consideravo gli gnudi il parente povero dei ravioli di magro, svestiti della pasta, e allora lo consideravo grave. Adesso invece, che mi sono sfidata a rimettere in discussione i miei ricordi e ho […]

Scopri di più

Semifreddo al caffè

Se è semplice, veloce e buonissimo si chiede la ricetta. E’ la storia di questo Semifreddo al caffè che faceva mia zia Anna in estate, lei era davvero bravissima in cucina, peccato che abitassimo lontane altrimenti sono sicura che avremmo condiviso la passione per la cucina. Adesso ogni volta che preparo questo semifreddo e la […]

Scopri di più

Torta di Crêpes

Il mio primo corso di cucina l’ho fatto a diciott’anni nella prima scuola per appassionati aperta a Milano, e anche se il nome vintage di questa ricetta può farti sorridere, ti assicuro che ai tempi in cui le sorelle Landra me l’anno insegnata (è loro la scuola “La Nostra Cucina”) le crêpes dolci erano molto […]

Scopri di più

x