Capita a volte che un problema personale si trasformi in un’ottima idea. Come il progetto Legù, nato proprio così: la sua ideatrice e fondatrice Monica Neri ha sofferto di diabete in gravidanza, e dovendo rinunciare ad alcuni alimenti ha trovato il modo di sostituirli, anche grazie a uno studio di due Università, una di Milano e l’altra del Canada, creando una linea di prodotti senza glutine, a basso contenuto di carboidrati e ricca di fibre.

Per prima è nata “Non è pasta” in 12 trafile diverse e con una resa altissima (ne bastano 50 gr a porzione). Si chiama così perché “sembra pasta ma non lo è”: viene prodotta con una miscela di farine di legumi ottenute con una nuova tecnologia che ne mantiene le proprietà rendendole capaci di legare con l’acqua come succede col glutine, col vantaggio di essere senza glutine.

“Questo processo, insieme al bilanciamento dei legumi (con un solo legume non si otterrebbe lo stesso risultato) riesce a creare l’effetto legante con cui abbiamo iniziato a trafilare la pasta” spiega Monica “insieme a tutti gli altri prodotti nati successivamente, pensiamo di aver trovato un modo per mangiare i legumi in forme molto smart, moderne e veloci, anche in versione già pronta come snack e biscotti, con proposte bio e vegan.

Utilizziamo solo legumi italiani coltivati in Puglia, Sicilia, Marche, Abruzzo e Toscana. Nella nostra miscela di farine di legumi ce ne sono 4: cece, lenticchia gialla, pisello giallo e fagiolo bianco. Con questa miscela, che aggiunta agli impasti favorisce la lievitazione, anche altri stanno sperimentando nuove ricette. Ad esempio un gruppo di Milano fa la Pizza dello Sportivo, mentre una famosa focacceria di Recco sta sviluppando una focaccia proteica integrata al 40% con la nostra miscela Legù.”

Monica Neri fondatrice del progetto Legù, una linea di prodotti senza glutine col 100% di legumi italiani | ©foto Sandra Longinotti

Al momento stanno studiando un biscotto non cotto, essiccato a bassa temperatura e vegano perché a base di soli ingredienti vegetali, fra cui olio di girasole, zucchero di cocco integrale e succo di mela, per addolcire mantenendo un basso indice glicemico.

©foto Sandra Longinotti

Share_on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Limoncello fatto in casa

Ringrazio nuovamente mia cugina Anita per avermi dato questa ricetta. E la mia amica Laura che la primavera scorsa mi ha regalato dei limoni liguri profumatissimi. Il mio primo limoncello fatto in casa è nato così, nel migliore dei modi. L’importante è utilizzare frutti freschi non trattati, gli altri ingredienti si trovano al supermercato. Il […]

Scopri di più

senza glutine Legù

Capita a volte che un problema personale si trasformi in un’ottima idea. Come il progetto Legù, nato proprio così: la sua ideatrice e fondatrice Monica Neri ha sofferto di diabete in gravidanza, e dovendo rinunciare ad alcuni alimenti ha trovato il modo di sostituirli, anche grazie a uno studio di due Università, una di Milano […]

Scopri di più

Mortadella Pratese al Tartufo

La storia della Macelleria Mannori inizia negli anni ’50 con l’apertura della macelleria salumificio da parte del nonno, che da tempo affiancava il padre nell’allevamento e commercio di bestiame. Con il successivo ingresso dei figli l’attività si è ampliata e diversificata in macelleria e salumificio e adesso, alla quarta generazione, ci sono Sue Ellen Mannori […]

Scopri di più

x