Identikit del Cappone di Morozzo (e dove si compra)

Pubblicato in La Spesa ›› Buonissimo il: 13 dicembre 2012

A casa nostra a Natale il brodo di cappone è d’obbligo. Con i cappelletti, naturalmente. Così la scelta del cappone non è lasciata al caso, come potete immaginare siamo piuttosto esigenti… e quello di Morozzo ci piace assai.

Il Cappone di Morozzo, Presidio Slow Food, vive all’aperto (con 5 mq a disposizione per capo, ma in alcuni allevamenti sono tenuti liberi nei campi) e ha un ciclo di vita molto lungo di 6-8 mesi (circa il triplo rispetto alla norma). Per preparare il classico brodo bisogna farlo sobbollire per un’ora e mezza (e poi, si sa, bollito è “la morte sua”! in fondo trovate qualche link a miei post su abbinamenti che “ci vanno a nozze”, tanto per utilizzare un po’ di “sleng” :D).

Dove si trova? Alla Fiera del Cappone di  Morozzo (CN), quest’anno dal 15 al 17 dicembre (giusto questo week-end), oppure potete farvelo mandare a casa prenotandolo telefonicamente o via mail (guardate fra gli approfondimenti), o ancora comprarlo nelle poche macellerie che lo rivendono, la lista è sul sito che trovate in fondo (lo pagherete di più, ma se siete in ritardo è l’unica soluzione).

Cappone di Morozzo (Presidio Slow Food)

Se ve lo fate spedire direttamente dall’allevatore (alcuni su richiesta fanno pure delle confezioni regalo) il prezzo indicativo è di € 18,00/20,00 al kg + spese di spedizione. In linea di massima un cappone eviscerato pesa un paio di chili e costa sui 35 euro, arriva conservato perfettamente perché viene spedito alla sera in una scatola di polistirolo con ghiaccio secco, e consegnato entro le ore 12 del giorno dopo (non sto a riportarvi tutti i calcoli ma per abbattere i costi di spedizione conviene acquistarne due, #sapevatelo).

Per mangiarlo a Natale prenotatelo entro metà dicembre (fanno l’ultima spedizione il 21), ma se vi mettete già d’accordo per l’invio potete farvi un brodino anche a gennaio.

Ed ecco l’Identikit del Cappone di Morozzo:

  1. è privo di cresta e bargigli.
  2. ha petto poco sviluppato, caratteristica principale di questa razza che è la Nostrana.
  3. ha zampe particolarmente vissute, con ramponi duri, dovute all’allevamento all’aperto, e per lo stesso motivo la carne è tenacemente attaccata all’osso.
  4. ha un anello alla zampa inamovibile e un cartellino di garanzia con i dati dell’allevatore: entrambi sono numerati e stampati ogni anno, assegnati da un veterinario scelto dal Consorzio che passa dai singoli allevamenti, individua i capi che corrispondono ai requisiti previsti dal disciplinare e li inanella.

per chi vuole approfondire:

Cappone di Morozzo il sito ufficiale

Cappone di Morozzo Presidio Slow Food

razza Nostrana di Morozzo

Per info:  tel +39 0171 772001  prenotazioni@capponedimorozzo.it

allevatori che accettano anche piccole prenotazioni di uno o due capponi:

eraldo bramardo +39 333 6844264
pasqualina baldo +39 339 6348842
alessandro avagnina +39 0171 772119
enrico ravera +39 0171 299160
sergio bonelli +39 347 4165835

in abbinamento al Cappone bollito (o al suo brodo):

mostarda di pere Le Tamerici

Tagliolini 30% Cipriani

Continua a leggere

Tag

Lascia un commento