Le cicerchie decorticate non hanno bisogno di ammollo, per questo sono amiche del last minute e di quei piatti che ti risolvono la cena in meno di mezz’ora (se usi la pentola a pressione) regalandoti pure un sapore così gustoso e familiare, che è come se a cucinare ci fosse stata la nonna. Quindi cerca di non rimanere senza!

Fra gli ingredienti per questa Crema di cicerchie ci sono anche i germogli di daikon che non si trovano facilmente ma che è facilissimo fra crescere in casa. Una piccola coltivazione di germogli in cucina è un’ottima abitudine: avrai sempre a portata di mano questi piccoli concentrati non solo di gusto ma anche di minerali e vitamine, da cogliere solo al momento di aggiungerli al piatto… più freschi di così!

Se poi ami le cose buone, sane e veloci dai un’occhiata alle altre Monday Soup pronte in meno di mezz’ora: la Crema di lenticchie con farro barbabietola e zucca, e la Crema di fave con cavolo nero.

Crema di cicerchie con broccoli, cavolo rosso e germogli | ©foto Sandra Longinotti

Crema di cicerchie con broccoli, cavolo rosso e germogli

per 4 persone

200 g di cicerchie secche decorticate
200 g di broccoli
100 g di cavolo rosso
1 manciata di germogli di daikon
1 peperoncino piccante secco
sale marino integrale fino
olio evo toscano

  1. Sciacqua le cicerchie sotto l’acqua corrente e cuocile in acqua fredda per mezz’ora dal bollore (oppure usa la pentola a pressione).
  2. Nel frattempo cuoci i broccoli per 10 minuti in acqua bollente salata. Scolali, metti da parte il gambo e dividili in piccole cimette.
  3. Spezzetta con le mani il cavolo rosso, spruzzalo di sale e fallo rosolare per 5 minuti col peperoncino tagliato a metà in 3 cucchiai d’olio, quindi aggiungi i broccoli e salta il tutto velocemente.
  4. Frulla il gambo dei broccoli che hai messo da parte con le cicerchie e il loro liquido di cottura sufficiente a ottenere una crema fluida. Regola di sale e versala nei piatti fondi e distribuisci sopra le verdure saltate e i germogli. Condisci con un giro d’olio toscano.

per i props un grazie a:
Officinando per il sottopiatto in acciaio serigrafato della collezione Orient

L’Opificio per il tessuto viola

©Foto mie

Share_on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Limoncello fatto in casa

Ringrazio nuovamente mia cugina Anita per avermi dato questa ricetta. E la mia amica Laura che la primavera scorsa mi ha regalato dei limoni liguri profumatissimi. Il mio primo limoncello fatto in casa è nato così, nel migliore dei modi. L’importante è utilizzare frutti freschi non trattati, gli altri ingredienti si trovano al supermercato. Il […]

Scopri di più

senza glutine Legù

Capita a volte che un problema personale si trasformi in un’ottima idea. Come il progetto Legù, nato proprio così: la sua ideatrice e fondatrice Monica Neri ha sofferto di diabete in gravidanza, e dovendo rinunciare ad alcuni alimenti ha trovato il modo di sostituirli, anche grazie a uno studio di due Università, una di Milano […]

Scopri di più

Mortadella Pratese al Tartufo

La storia della Macelleria Mannori inizia negli anni ’50 con l’apertura della macelleria salumificio da parte del nonno, che da tempo affiancava il padre nell’allevamento e commercio di bestiame. Con il successivo ingresso dei figli l’attività si è ampliata e diversificata in macelleria e salumificio e adesso, alla quarta generazione, ci sono Sue Ellen Mannori […]

Scopri di più

x