Quest’anno a Orticola ho incontrato Monia Solighetto de l’Albero dei Gelati col suo carretto dei gelati raffreddato dal sole: sembra un ossimoro ma sottende solo che l’energia necessaria al congelatore era prodotta da un pannello fotovoltaico sul tetto.

Mi ha fatto assaggiare il suo Fior di [latte e] fiori e poi mi ha dato questa ricetta molto semplice, che potete fare con i fiori eduli che preferite, mi raccomando solo quelli per uso alimentare o che sapete con certezza che non sono stati trattati con pesticidi!

© Gelato al fior di latte e fiori, L'albero dei Gelati

Gelato al fior di [latte e] fiori

600 g di latte intero
200 g di panna
200 g di zucchero
3 albumi
5 g di farina di semi di carruba
5 g di fiori commestibili
1 pizzico di sale
  1. In una pentola mettete latte, panna, zucchero, sale e albumi. Cuocete a fuoco lento fino ad arrivare a 65° (usare un termometro per alimenti).
  2. Spegnete la fiamma e aggiungete i fiori commestibili scelti (qualche esempio qui). Lasciate raffreddare e fare riposare una notte in frigorifero.
  3. Il giorno successivo filtrate il composto eliminando i fiori, aggiungete la farina di semi di carruba e frullate con un minipimer. Versate nella gelatiera e appena è pronto servite il gelato decorato con altri fiori freschi commestibili.

per chi vuole approfondire:

l’Albero dei Gelati

Share_on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Limoncello fatto in casa

Ringrazio nuovamente mia cugina Anita per avermi dato questa ricetta. E la mia amica Laura che la primavera scorsa mi ha regalato dei limoni liguri profumatissimi. Il mio primo limoncello fatto in casa è nato così, nel migliore dei modi. L’importante è utilizzare frutti freschi non trattati, gli altri ingredienti si trovano al supermercato. Il […]

Scopri di più

senza glutine Legù

Capita a volte che un problema personale si trasformi in un’ottima idea. Come il progetto Legù, nato proprio così: la sua ideatrice e fondatrice Monica Neri ha sofferto di diabete in gravidanza, e dovendo rinunciare ad alcuni alimenti ha trovato il modo di sostituirli, anche grazie a uno studio di due Università, una di Milano […]

Scopri di più

Mortadella Pratese al Tartufo

La storia della Macelleria Mannori inizia negli anni ’50 con l’apertura della macelleria salumificio da parte del nonno, che da tempo affiancava il padre nell’allevamento e commercio di bestiame. Con il successivo ingresso dei figli l’attività si è ampliata e diversificata in macelleria e salumificio e adesso, alla quarta generazione, ci sono Sue Ellen Mannori […]

Scopri di più

x