Nel mio post sui nuovi formati di pasta i produttori che ho intervistato mi hanno indicato alcuni ristoranti dove è possibile assaggiarli.

Antonio Colombo, chef del temporary fish restaurant Votavota utilizza il Valentino, il nuovo spaghettone Monograno Felicetti, per la sua interpretazione della Pasta con le Sarde, molto profumata e semplice da replicare a casa.

Se passi da Scicli puoi anche assaggiare la Pasta con le Sarde nella “baracca” bianca di legno sulla spiaggia di Sampieri, dove dal 1 aprile a 31 ottobre prende vita il ristorante temporaneo Votavota dal look total white (solo i piatti sono azzurri), la freschezza del pescato e i dolci al piatto di Antonio. Il resto è sabbia e mare.

Pasta con le sarde

per 4 persone

400 g di spaghettoni “il Valentino”

8 filetti di alici sott’olio

4 sarde fresche sfilettate

100 g di pane secco grattugiato

2 cucchiai di pinoli

2 cucchiai di uvetta

1 spicchio d’aglio novello, 1 rametto di rosmarino, 1 rametto di timo, 2 foglie di salvia

40 g di burro

per il pesto di finocchietto

300 g di foglie di finocchietto selvatico fresco

50 g mandorle sgusciate e spellate

1 cipollotto fresco

olio evo, sale

  1. Fai rinvenire l’uvetta in acqua tiepida. Prepara il pesto di finocchietto: pesta nel mortaio le mandorle e la parte bianca del cipollotto, quindi continuando a pestare aggiungi pian piano il finocchietto, mezzo cucchiaino da caffè di sale e olio evo sufficiente a ottenere la consistenza del classico pesto al basilico.
  2. Cuoci la pasta in abbondante acqua bollente salata. Nel frattempo scalda poco olio in una padella e rosolaci l’aglio in camicia e gli aromi. Prima che prendano colore eliminali e tosta nell’olio il pane e i pinoli. Spegni e metti da parte.
  3. Sciogli nel burro le alici sgocciolate, quindi aggiungi gli spaghettoni scolati al dente e saltali velocemente a fiamma viva con metà del pesto e qualche cucchiaio della loro acqua di cottura. Rosola i filetti di sarde in poco olio.
  4. Dividi la pasta nei piatti, distribuisci sopra il pesto rimasto, i filetti di sarde e l’uvetta sgocciolata e asciugata con carta da cucina, cospargi col pane e pinoli tostati e guarnisci con qualche fogliolina di finocchietto fresco.

©Foto mia

per chi vuole approfondire:

temporary fish restaurant Votavota

Share_on

Un pensiero riguardo “Pasta con le sarde \ di Antonio Colombo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Gnudi al pomodoro

Questa per me è proprio una ricetta che sa di casa. Eppure l’ho riscoperta recentemente, perché da bambina la guardavo con sospetto… consideravo gli gnudi il parente povero dei ravioli di magro, svestiti della pasta, e allora lo consideravo grave. Adesso invece, che mi sono sfidata a rimettere in discussione i miei ricordi e ho […]

Scopri di più

Semifreddo al caffè

Se è semplice, veloce e buonissimo si chiede la ricetta. E’ la storia di questo Semifreddo al caffè che faceva mia zia Anna in estate, lei era davvero bravissima in cucina, peccato che abitassimo lontane altrimenti sono sicura che avremmo condiviso la passione per la cucina. Adesso ogni volta che preparo questo semifreddo e la […]

Scopri di più

Torta di Crêpes

Il mio primo corso di cucina l’ho fatto a diciott’anni nella prima scuola per appassionati aperta a Milano, e anche se il nome vintage di questa ricetta può farti sorridere, ti assicuro che ai tempi in cui le sorelle Landra me l’anno insegnata (è loro la scuola “La Nostra Cucina”) le crêpes dolci erano molto […]

Scopri di più

x