L’altro giorno al mercato c’era il Radicchio Rosa di Verona, che oltre a sembrare un fiore [per me più una peonia che una rosa] è anche buonissimo. E veicola un messaggio positivo, “Think Pink”.

Inoltre è rimineralizzante, ricco di vitamina C e di antiossidanti.

E’ croccante. Il suo sapore delicato, lievemente amarognolo, lo rende un’insalata invernale dal gusto definito. E’ attraente per forma e colore, un protagonista che non ha bisogno di molti ingredienti per diventare un contorno gustoso, ma che può anche essere un’ottima base per un’insalata più complessa. 

Radicchio Rosa di Verona | ©foto Sandra Longinotti

Questa Insalata al Radicchio Rosa ha solo 3 ingredienti ed è pronta in pochi minuti. In fondo alla ricetta trovi anche 3 varianti, tutte velocissime.

Think Pink, l’Insalata al Radicchio Rosa

per 4 persone

3 cespi di radicchio Rosa di Verona

2 cipollotti di Tropea

4 ravanelli

aceto di lamponi

sale rosa dell’Himalaya

olio evo

  1. Elimina la radice del radicchio, stacca le foglie e strappa con le mani quelle più grandi. Scarta le radici e il primo velo dei cipollotti, incidili in 4 nel senso della lunghezza e affettali. Trita grossolanamente i ravanelli privati della radichetta. Mescola tutto.
  2. Sciogli mezzo cucchiaino da caffè di sale rosa in un cucchiaio di aceto di lamponi ed emulsionalo con 4 cucchiai di olio evo. Condisci l’insalata appena prima di servirla.

1 VARIANTE: restando sul tema del rosa invernale aggiungi 2 cucchiai di chicchi di melagrana.

2 VARIANTE: aggiungi 2 carote tagliate a julienne utilizzando un pelaverdure, 20 pomodorini ciliegia gialli divisi a metà, 1 cespo di insalata Salanova verde e 8 uova di quaglia sode tagliate a metà (per rassodarle cuocile in acqua fredda per 2 minuti dall’ebollizione). Sostituisci l’aceto di lamponi con aceto di vino rosé.

3 VARIANTE: aggiungi una scatoletta da 125g di filetti di sgombro sott’olio sgocciolati e spezzettati, 20 pomodori datterini tagliati a metà, 2 gambi di sedano affettati, un mazzetto di rucola e 40 g di spinacini novelli. Sostituisci l’aceto di lamponi con aceto di pere.

Insalata al Radicchio Rosa | ©foto Sandra Longinotti

Props | Officinando sottopiatto Orient in acciaio spazzolato serigrafato

©foto Sandra Longinotti

Radicchio Rosa di Verona | ©foto Sandra Longinotti
Share_on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Gnudi al pomodoro

Questa per me è proprio una ricetta che sa di casa. Eppure l’ho riscoperta recentemente, perché da bambina la guardavo con sospetto… consideravo gli gnudi il parente povero dei ravioli di magro, svestiti della pasta, e allora lo consideravo grave. Adesso invece, che mi sono sfidata a rimettere in discussione i miei ricordi e ho […]

Scopri di più

Semifreddo al caffè

Se è semplice, veloce e buonissimo si chiede la ricetta. E’ la storia di questo Semifreddo al caffè che faceva mia zia Anna in estate, lei era davvero bravissima in cucina, peccato che abitassimo lontane altrimenti sono sicura che avremmo condiviso la passione per la cucina. Adesso ogni volta che preparo questo semifreddo e la […]

Scopri di più

Torta di Crêpes

Il mio primo corso di cucina l’ho fatto a diciott’anni nella prima scuola per appassionati aperta a Milano, e anche se il nome vintage di questa ricetta può farti sorridere, ti assicuro che ai tempi in cui le sorelle Landra me l’anno insegnata (è loro la scuola “La Nostra Cucina”) le crêpes dolci erano molto […]

Scopri di più

x