Lenticchie, piselli e ceci vanno lasciati a bagno per una notte prima di passare al germogliatore, anzi l’ideale è utilizzare un sacchetto in lino o canapa naturale dove crescono meglio: l’ottima traspirazione del tessuto evita il formarsi di muffe ed è anche molto facile ricordarsi di bagnare il sacchetto vedendolo asciutto. Se poi lo appendete sopra l’acquaio (io lo attacco allo scolapiatti con un gancio) non avrete nemmeno da preoccuparvi dell’acqua che scola…

I germogli sono pronti appena emettono la radichetta (ci vorranno dai 2 ai 4 giorni), poi iniziano a perdere elementi nutritivi: non aspettate che facciano le foglie!

Infine prima di consumarli vanno cotti per qualche minuto al vapore o saltati in padella, per renderli più digeribili.

——-

©Foto mia—-

Share_on

2 pensieri riguardo “Germogli di lenticchie, piselli e ceci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Il Risotto al Pomodoro dei Costardi Bros e il cucchiaio Gio Ponti

Almeno ogni vent’anni bisognerebbe rivedere alcune regole di Bon Ton. Marchesi sdoganò la scarpetta rendendola elegante, Cedroni e Bottura  introdussero show cooking che finivano col leccarsi le dita… “chessarà” quindi mangiare il risotto col cucchiaio?  Da tempo solo un piacere. Lo sanno bene Christian e Manuel Costardi, che agli eventi ti mettono in mano un barattolo […]

Scopri di più

x