Taste si avvicina.

Per non tediare gli aficionados che sanno già tutto, chi non c’è mai stato può leggere i post delle edizioni precedenti (link in fondo fra gli approfondimenti), qui vi parlo delle novità di quest’anno, fresche di conferenza stampa.

Troverete 300 espositori (per gli amanti dei numeri il 20% in più). Per accoglierli è stata recuperata la zona d’ingresso spostando l’area check-in sotto ai portici. Arriveranno produttori da tutta Italia, ma non dal Molise. E’ il secondo anno che la cosa emerge in conferenza stampa, quindi molisani produttori di eccellenze preparatevi: per la decima edizione di Taste sul sito di Pitti Immagine ci sarà una sorpresa per voi!

Intanto quest’anno arrivano dall’estero i formaggi svizzeri: un ventaglietto di Tête de Moine vale il passaggio…

© Taste 2014

Oltre ai vincitori di King of Catering (le iscrizioni sono aperte fino al 14 febbraio), sul Taste Ring si parlerà della contraffazione dei nostri prodotti alimentari all’estero e relativi danni economici (sabato ore 16), di pasta madre vs lievito di birra (domenica ore 12) e della provenienza del grano con cui viene prodotta la pasta italiana (domenica ore 16), tutti dibattiti interessanti, ma non è facile ricordarsene perché si è perennemente distratti-attratti dai prodotti esposti (food, borse, mise en place…), come remind meglio mettere un alert sul cellulare!

All’uscita alzi la mano chi riesce a resistere allo Shop-ping ritrovandosi come in un piccolo supermercato dei prodotti appena degustati: è una delle idee vincenti della manifestazione, che permette ai produttori di essere a vostra disposizione per spiegazioni e assaggi senza le inevitabili interruzioni delle vendite.

Conferenza Stampa Taste 2014, catering Pepper Diva (©foto Sandra Longinotti)

La movida prosegue nei tanti appuntamenti FuoriDiTaste (calendario fra gli approfondimenti) che anticipa Taste di un paio di giorni (inizia il 6 marzo) coinvolgendo alcuni locali e ristoranti fiorentini, ed è l’occasione giusta per presentare Desinare, la nuova scuola di cucina “potenziata” con corsi personalizzati, degustazioni, eventi… che ha sede nell’atelier di Riccardo Barthel. Last but not least sabato e domenica dalle 16 alle 20 tutta Via Santo Spirito diventa Viva-nde: una buona scusa per entrare in cortili e palazzi insaporiti da un mix di food, antiquariato, arte e design… da bon viva-nt!

—-

Taste  – Stazione Leopolda Firenze – ingresso al pubblico € 15, operatori del settore € 10, per chi aborrisce le code c’è la Prevendita Biglietti Online

Orari: Taste non piace solo a me e quando “ci siamo tutti” la Stazione Leopolda diventa talmente full che nei corridoi “si scorre” lentamente… così per facilitare i contatti di lavoro sabato 8 e domenica 9 marzo dalle 9:30 alle 13:30 l’ingresso è aperto ai soli operatori del settore, con estensione al pubblico dalle 13:30 alle 19:30, mentre lunedì 10 marzo l’orario per tutti è 9:30-16:30.

—-

©Foto mie

per chi vuole approfondire:

il mio post su Taste 2011

il mio post da Taste 2011 – Il Pane dei Cavalieri

il mio post TasteEmotions

il mio post Firenze FuoridiTaste

Share_on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Limoncello fatto in casa

Ringrazio nuovamente mia cugina Anita per avermi dato questa ricetta. E la mia amica Laura che la primavera scorsa mi ha regalato dei limoni liguri profumatissimi. Il mio primo limoncello fatto in casa è nato così, nel migliore dei modi. L’importante è utilizzare frutti freschi non trattati, gli altri ingredienti si trovano al supermercato. Il […]

Scopri di più

senza glutine Legù

Capita a volte che un problema personale si trasformi in un’ottima idea. Come il progetto Legù, nato proprio così: la sua ideatrice e fondatrice Monica Neri ha sofferto di diabete in gravidanza, e dovendo rinunciare ad alcuni alimenti ha trovato il modo di sostituirli, anche grazie a uno studio di due Università, una di Milano […]

Scopri di più

Mortadella Pratese al Tartufo

La storia della Macelleria Mannori inizia negli anni ’50 con l’apertura della macelleria salumificio da parte del nonno, che da tempo affiancava il padre nell’allevamento e commercio di bestiame. Con il successivo ingresso dei figli l’attività si è ampliata e diversificata in macelleria e salumificio e adesso, alla quarta generazione, ci sono Sue Ellen Mannori […]

Scopri di più

x