Ci sono progetti che nascono un po’ troppo presto, come questo.
Ma che poi, hanno la fortuna di incontrare le persone giuste al momento giusto.
Così quest’estate ho portato a termine il mio primo libro Peperoncini 32+1 varietà da scoprire, un’idea nata dal mio amore per la ricerca, la diversità, la bellezza, la fotografia, il food e la botanica. E, naturalmente, il piccante.

peperoncino Jamaican Scotch Bonnet, dal libro "Peperoncini 32+1 Varietà da scoprire" di Sandra Longinotti, foto di Marino Visigalli - Nomos Edizioni

A dire il vero pubblicare questo libro sul peperoncino è stato anche un progetto sentimentale, perché il fotografo con cui l’ho realizzato è Marino Visigalli, uno dei fotografi a me più cari, un maestro della fotografia food italiana con cui ho lavorato in studio per molti anni. Adesso scatta solo per particolari progetti editoriali, e infatti abbiamo finito di fotografare proprio settimana scorsa il nostro secondo libro, ma ve ne riparlerò in primavera.

Il terzo anello di questo progetto è un vivaio specializzato in piante orticole, adesso può sembrare banale ma tanti anni fa, quando contattai i fratelli Gramaglia per un mio servizio di cucina per D la Repubblica, era una vera mosca bianca. Marco e Paolo Gramaglia sono poi diventati famosi proprio per la loro ricerca sul peperoncino, e quelli fotografati nel libro sono 32+1 varietà scelte fra le 700 del loro vivaio.

Last but not least la casa editrice Nomos Edizioni, specializzata in volumi d’arte e illustrati, food e lifestyle, poesia contemporanea e saggi, che mi ha contattata proprio attraverso questo blog. E mi piace molto.

10-muffins_1

Ma di cosa parla il mio libro?

Del solito e dell’insolito del peperoncino, di diversità e bellezza, di specie e varietà, forme e colori. Perché un peperoncino può sembrare un fiore. O una mela. Può nascere nero o a strisce, cambiare colore mentre matura creando un piccolo arcobaleno di frutti sulla stessa pianta. Essere poco piccante o farvi impazzire dal bruciore (a proposito, sapete come “si spengono le fiamme”? trovate la risposta fra le Credenze da sfatare), è per questo che il libro ha pagine di diversi colori che indicano il range di piccantezza di ogni peperoncino, così non potete sbagliare… vi guiderà la Scala Scoville (c’è anche lei).

Volete coltivarlo? E’ facilissimo, vi spiego come e quando. E se non partite dalla semina in fondo al libro trovate un elenco di mercatini botanici in giro per l’Italia dove potete trovarlo (oltre al Vivaio F.lli Gramaglia, naturalmente!).

E poi ci sono le Credenze da sfatare, da dove arriva il peperoncino, e come si cucina… potete scegliere fra le mie 32+1 ricette piccanti.

E’ tutto estremamente chiaro e semplice, non servono particolari abilità culinarie o pollici verdi: si coltiva facilmente in vaso, e un vaso sta anche sul davanzale, come un pizzico di peperoncino sta bene anche sul dolce!

Peperoncini 32+1 varietà da scoprire | Sandra Longinotti, foto di Marino Visigalli, Nomos Edizioni  [168 pag a colori € 14,90] Disponibile online su IBS e Amazon

il mio libro di ricette e botanica sul peperoncino: Peperoncini 32+1 varietà da scoprire di Sandra Longinotti, foto di Marino Visigalli, Nomos Edizioni | ©foto Strutturafine

©foto peperoncini Jamaican Scotch Bonnet – Marino Visigalli, tratta dal libro “Peperoncini 32+1 Varietà da scoprire”

© foto dei libri Strutturafine

Si ringrazia:

Metallifilati per le tovagliette in ferro utilizzate come fondo nella foto dei libri

Vivaio F.lli Gramaglia per i peperoncini

Share_on

4 pensieri riguardo “Il mio libro sul Peperoncino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

x

Limoncello fatto in casa

Ringrazio nuovamente mia cugina Anita per avermi dato questa ricetta. E la mia amica Laura che la primavera scorsa mi ha regalato dei limoni liguri profumatissimi. Il mio primo limoncello fatto in casa è nato così, nel migliore dei modi. L’importante è utilizzare frutti freschi non trattati, gli altri ingredienti si trovano al supermercato. Il […]

Scopri di più

senza glutine Legù

Capita a volte che un problema personale si trasformi in un’ottima idea. Come il progetto Legù, nato proprio così: la sua ideatrice e fondatrice Monica Neri ha sofferto di diabete in gravidanza, e dovendo rinunciare ad alcuni alimenti ha trovato il modo di sostituirli, anche grazie a uno studio di due Università, una di Milano […]

Scopri di più

Mortadella Pratese al Tartufo

La storia della Macelleria Mannori inizia negli anni ’50 con l’apertura della macelleria salumificio da parte del nonno, che da tempo affiancava il padre nell’allevamento e commercio di bestiame. Con il successivo ingresso dei figli l’attività si è ampliata e diversificata in macelleria e salumificio e adesso, alla quarta generazione, ci sono Sue Ellen Mannori […]

Scopri di più

x